Imu, Pd Treviso mette paletti: "Va bene purché resti ai comuni"

Il Pd trevigiano ha convocato i suoi amministratori locali per discutere della scadenza di bilancio e dell'Imu e rilanciare la riforma federalista dello Stato

Vertice tra segreteria provinciale del Pd, 45 amministratori locali e l'onorevole Marco Stradiotto, ieri sera, per fare il punto della situazione sui bilanci di previsione per il 2012 e valutare la questione Imu.

Il Pd trevigiano non boccia completamente l'introduzione dell'imposta unica, già prevista dai decreti sul federalismo, ma mette dei paletti: deve restare tutta ai Comuni, che devono godere della massima autonomia nel definire le aliquote agevolate.

Durante l'incontro, gli esponenti del Pd trevigiano hanno ribadito la necessità di una vera riforma federalista del Paese e il proprio impegno nell'assumersi un ruolo determinate nella promozione di questa riforma.

Secondo quanto riportato sul comunicato diffuso, il Pd ritiene che "sarebbe un errore con un prezzo altissimo da pagare per i cittadini lasciare in sospeso il federalismo ai decreti voluti dal precedente governo, che di fatto rischiano di trovare forme applicative che generano dei forti squilibri verso i cittadini e i territori".

A mettere in difficoltà i Comuni, di fronte alla scadenza dei bilanci, non è solo la mancata realizzazione del federalismo, ma anche il precipitare di una situazione economico finanziaria che ha imposto il ricorso a misure eccezionali, pur nel permanere di una struttura delle entrate fortemente  dipendente dalle decisioni dello Stato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di questo contesto, spiega il Pd trevigiano, risente anche l’Imu, gravata da un forte prelievo a favore dello Stato centrale. La questione, secondo gli esponenti del partito, non è tanto quella di non applicare l'imposta, come sostenuto da una parte della Lega, quanto piuttosto di battersi affinché la quota destinata allo Stato sia transitoria e l’Imu resti per intero ai Comuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si allontana da casa, trovata morta in un canale

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento