Kyenge, parla un imprenditore: “Leghisti danneggiano mercato”

Il titolare di Astoria Vini, Paolo Polegato, dichiara incivili le affermazioni di Calderoli e Stival, che rovinano gli affari nel continente africano

Si continua a parlare del ministro Kyenge e delle affermazioni del vicepresidente del Senato Roberto Calderoli, che l’aveva paragonata a un orango, con la complicità dell’assessore della Regione Veneto Daniele Stival, accusato di razzismo per un commento su Facebook in cui si leggeva che il paragone sarebbe stato offensivo per l’orango.

Ma ora parlano gli imprenditori, che si dicono stanchi delle esternazioni degli esponenti del Carroccio nei confronti del ministro per l’integrazione: “Danneggiano la reputazione degli italiani in Africa e rendono difficili i nostri sforzi per affermarci all’estero” spiega Paolo Polegato, titolare dell’Astoria Vini di Susegana.

Per l’impresario trevigiano il continente africano rappresenta il 10% delle esportazioni, che corrisponde a circa un milione di euro l’anno. “Le polemiche di questi giorni – aggiunge – non solo sono indegne di un paese civile, ma danneggiano il nostro commercio. Dunque, oltre che gravissime sotto il profilo umano, quei leghisti sono anche miopi dal punto di vista commerciale. Pensino di più a questi aspetti, invece di perdersi nei loro giochi politici”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento