Calderoli e Stival choc su Kyenge, Manildo: “E' inaccettabile"

Il sindaco di Treviso si esprime in merito ai recenti commenti dei leghisti sul ministro: "Da condannare, lavoriamo per una città più aperta"

Non si parla che del commento  di Roberto Calderoli sul ministro Cècile Kyenge, definita dallo stesso vicepresidente del Senato come somigliante a un orango.

Duro il giudizio del neo sindaco di Treviso Giovanni Manildo: “Si tratta di parole inaccettabili. La nostra giunta condanna pienamente le affermazioni dell’esponente del Carroccio Roberto Calderoli”.

Non è stato solo Calderoli a finire nel mirino dei media durante la giornata di lunedì, ma gli ha fatto compagnia l’assessore della regione Veneto Daniele Stival, dopo la dichiarazione su Facebook secondo cui sarebbe stato l’orango ad essere rimasto offeso dal paragone.

Sugli attacchi rivolti al ministro il giudizio di Manildo è netto: “Anche a Treviso alcuni consiglieri, specie in campagna elettorale, sono stati oggetto di insulti da parte di quella stessa parte politica che oggi torna a insultare una figura istituzionale importante del nostro paese. Noi agli insulti rispondiamo con il lavoro di tutta la maggioranza che va nella direzione di una Treviso più aperta e capace di accogliere tutti: credo che in questo senso il contributo della consigliera comunale all’integrazione Pretty Gorza sarà fondamentale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento