Muraro: “Sant'Artemio è un bene pubblico”

Il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, interviene in merito alla notizia, uscita su un quotidiano locale, di un presunto dialogo Luca Zaia riguardo al futuro del Sant'Artemio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Non ho incontrato in una presunta cena il Governatore Luca Zaia e, a maggior ragione, non ho mai discusso con lui riguardo un possibile futuro per il complesso del Sant'Artemio e della Provincia. Anzi, devo ringraziare Zaia perché da quando ha lasciato l'incarico di presidente della Provincia, non è ha mai interferito nelle scelte fatte dall'Amministrazione Provinciale.

Di una cosa però sono certo: finché sarò presidente della Provincia di Treviso, farò in modo che questo luogo, il Sant'Artemio, rimanga patrimonio pubblico. Un luogo dove mamme, bambini e tutti i cittadini possano passeggiare serenamente in compagnia, magari coi loro cani. Un complesso vicino al Parco della Storga, l'Hyde Park dei trevigiani. Abbiamo fatto molto perché l'ex Ospedale psichiatrico restasse un patrimonio della Comunità e così deve continuare a essere, evitando speculazioni private che si erano paventate alla fine del 1999. Indipendentemente dal fatto che ci sia la Provincia, o meno.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento