Partito dei Veneti: "Uno tsunami in provincia di Treviso"

In sette cittá venete il lancio territoriale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Un sabato pomeriggio frizzante quello di ieri all’hotel Crystal di Preganziol. Dopo l’unione delle principali sigle autonomiste e indipendentiste, il PdV si propone e si lancia alle prossime regionali del 2020 come unico partito territoriale. Fra i relatori Riccardo Szumsky, ex leghista e sindaco di Santa Lucia di Piave che ha parole dure e ferme ”Basta Autocelebrarsi in Regione; da Roma non si cambiano le cose”, Simonetta Rubinato senatrice ex PD “la costituzione italiana sarà la nostra arma; L’uniformità italiana uccide le singolarità territoriali” La parola più utilizzata da tutti i relatori è “responsabilità”, parola spesso utilizzata ma tradita dai partiti nazionali. Se queste sono le premesse, lo tsunami annunciato dagli esponenti del PdV si protrarrà fino alle prossime regionali, e allora si, ne vedremo delle belle.

Flavio Coordinatore TV PdV

Torna su
TrevisoToday è in caricamento