La giunta spiega il Pat ai trevigiani con incontri e depliant

"Iniziamo la fase di approfondimento e di analisi di un piano strategico per la città", sono le parole del neo sindaco Giovanni Manildo

“Dopo la riapertura dei termini di approvazione del Pat, iniziamo la fase di approfondimento e di analisi di un piano strategico per la città. Vogliamo così dare seguito all'impegno preso con i nostri elettori durante la campagna elettorale: utilizzare lo strumento della partecipazione per realizzare la Treviso di domani”. Queste le parole del Sindaco di Treviso Giovanni Manildo, l'iter che la giunta intende seguire affinché il Pat diventi uno strumento condiviso da tutti i soggetti coinvolti: gli organi politici, le associazioni del territorio ma anche e soprattutto i cittadini trevigiani. Accanto al sindaco l'assessore all'urbanistica Paolo Camolei che ha illustrato il programma della giunta: “Abbiamo identificato un cronoprogramma informativo e di approfondimento che sarà a disposizione della città. Il primo incontro è stato organizzato per il 5 settembre quando incontreremo i consiglieri di maggioranza e di minoranza. Questo perché riteniamo necessario, al fine della realizzazione di questo progetto, tanto il contributo della maggioranza quanto quello della minoranza.”.

Il giorno successivo, il 6 settembre alle ore 9.00 l'assessore incontrerà, presso la Sala Verde del Comune, i rappresentanti delle amministrazioni limitrofe: “Crediamo che possano esserci anche da parte loro delle osservazioni. L'orizzonte al quale facciamo riferimento non è più solo quello del Comune di Treviso: le scelte del Comune capoluogo hanno infatti delle necessarie ricadute sui comuni che gli stanno attorno”, sottolinea l'assessore.

LA PROPOSTA DEL CONSIGLIERE CALDATO: TAGLIO DEL 30% SULLO STIPENDIO

Il giorno 24 settembre alle ore 20.45 presso le scuole Stefanini, sarà la volta di tutta la cittadinanza: “Quando parliamo di cittadini intendiamo chiaramente anche le associazioni di categoria, di volontariato e chiunque voglia portare all'attenzione dell'amministrazione interessi di tipo generale”, fa sapere Camolei.

Il giorno 30 settembre dalle 17.30 sempre presso le Scuole Stefanini l'amministrazione darà ancora una volta la parola ai cittadini: “Ascolteremo le domande, gli approfondimenti e le richieste dei trevigiani: qualsiasi cosa possa essere utile per mettere il cittadino nelle condizioni di presentare entro l'8 ottobre le osservazioni al Pat”, assicura l'assessore.

Oltre agli appuntamenti sopra elencati l'amministrazione distribuirà anche un depliant, uno strumento informativo a tutta la cittadinanza: “Questo per fare chiarezza sul “Pat”, talvolta per nulla conosciuto dalla cittadinanza o troppo spesso fonte di confusioni”.

CITTADELLA DELLA SALUTE

Ma il lavoro dell'amministrazione non finisce qui: in astratto quattro potrebbero essere, secondo la giunta, gli scenari possibili. Il primo secondo il quale le osservazioni non avrebbero alcun impatto sul piano: “La procedura così si chiuderebbe. Ma si tratta di un'ipotesi che chiaramente consideriamo improbabile”, dichiara Camolei. Il secondo secondo il quale l'amministrazione riterrà opportuno approfondire e discutere il progetto, sempre alla luce delle osservizioni arrivate: “Si potrebbero così riaprire i termini per altri 60 giorni”, assicura l'assessore. Terzo scenario: all'attenzione dell'amministrazione potrebbero arrivare delle osservazioni particolarmente impattanti che quindi potrebbero andare ad incidere notevolmente sul Pat: “ Si può così pensare a un'adozione parziale, vale a dire il ritiro del documento e la parziale modifica del testo, con tutta la procedura che ne consegue - spiega l'assessore che aggiunge – Il quarto ed ultimo scenario vede arrivare talmente tante osservazioni che lo sconvolgimento delle linee guida sarebbe totale. La conseguenza sarebbe un'adozione totale del documento con il ritiro di tutto il testo e la ripresentazione di un documento completamente nuovo”, chiude l'assessore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

Torna su
TrevisoToday è in caricamento