Popolo della Famiglia Veneto: “Dpcm: che significa 'significativa pluralità' di fedeli in chiesa'?”

Mario Adinolfi (PdF): “Lunedì andrò a Messa”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia (PdF), sottolinea come il dpcm sulle riaperture di fatto non fissi un concreto limite alla partecipazione alle messe: «Ma è davvero così difficile per Conte essere chiaro? Dopo i congiunti e gli affetti stabili, adesso ci tocca impazzire sul concetto di 'significativa pluralità'.» Scrive Adinolfi «Leggo infatti dal Dpcm sulle riaperture che le Messe non si possono celebrare 'in presenza di una significativa pluralità di fedeli'. Ma scrivere un numero, no? Non ricordo nell'ultimo anno di aver mai partecipato a una Messa feriale con più di dieci persone tra i cinquanta banchi della chiesa che frequento abitualmente.» «Lunedì» conclude Adinolfi «andrò a messa. Non ritengo di violare alcuna disposizione del Dpcm». Anche il coordinamento Regionale del Veneto del Popolo della Famiglia si associa alle parole del presidente Mario Adinolfi, e sottolinea come, ancora una volta, il presidente del Consiglio scelga una formulazione vaga e fumosa invece di dare indicazioni precise e di facile interpretazione da parte di tutti.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento