Proteste contro la Pedemontana: venerdì pomeriggio i sit-in del Partito Democratico

Da Spresiano a Montecchio Maggiore, i militanti del Pd distribuiranno materiali e ricorderanno la richiesta di abolire i pedaggi per cittadini e imprese residenti lungo la Pedemontana

VOLPAGO DEL MONTELLO Le magliette gialle dei volontari del Partito democratico caratterizzeranno i nove presidi in programma venerdì 22 settembre dalle 17 alle 19 lungo tutto l’asse della Pedemontana. Da Spresiano a Montecchio Maggiore, i militanti del Pd distribuiranno materiali, ricorderanno la richiesta di abolire i pedaggi per cittadini e imprese residenti e daranno informazioni ai cittadini nei nove punti dove, una volta completata l’opera, saranno installati i caselli del pedaggio.
 
«Vogliamo mantenere alta l’attenzione su quest’opera», spiega il consigliere comunale del Pd di Rosà, Alfio Piotto, tra i principali animatori delle iniziative sulla Pedemontana. «A cinque anni dall’avvio, i lavori vanno a rilento, le compensazioni agli espropriati sono in grave ritardo e non sappiamo se il concessionario avrà la possibilità di raccogliere i fondi necessari al completamento. Nel frattempo, cantieri enormi e immobili creano problemi crescenti per gli abitanti e per le aziende del territorio. Noi siamo persone ragionevoli, tutti siamo disposti a sopportare disagi temporanei, ma qui il rischio è che diventino permanenti».
 
La Pedemontana, aggiunge il segretario regionale del Pd, Alessandro Bisato, «è la dimostrazione dell’assenza di responsabilità della giunta regionale il cui presidente è sempre in prima fila alle inaugurazioni, ma risulta introvabile quando ci sono da affrontare i problemi. Tutte le attività finora realizzate, dalla progettazione ai cantieri attivi sono state possibili grazie ai 612 milioni di euro dello Stato. La Regione non ha mai messo un euro. Noi diciamo Finiamola!, la Pedemontana e con l’opera anche questo modo puerile di fare politica». Il sit-in in programma venerdì 22 settembre fa parte delle iniziative organizzate dal Pd per sollecitare la Regione Veneto ad assumersi le proprie responsabilità di fronte ai cittadini. Dalla prossima settimana una mozione verrà presentata nei consigli comunali di tutti i comuni attraversati dalla strada. Questi i punti dove si terranno i sit-in degli attivisti del Partito Democratico nella Marca: 
ALTIVOLE intersezione tra SPV e la SS667 di Caerano
VOLPAGO DEL MONTELLO intersezione tra SPV e la SS348
SPRESIANO intersezione tra SPV e la SS13 Pontebbana

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Palazzetto da intitolare a Sara Anzanello: l'opposizione abbandona l'aula

  • Il Ca' Foncello entra nel programma di ricerca dell'Università di Padova

  • Decano della ristorazione e re dei funghi, addio a Roberto Miron

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Furgone si schianta contro un platano, due morti e un ferito grave

Torna su
TrevisoToday è in caricamento