Presepi distrutti nella Marca, Rizzotto (ZP): «Il Santo Natale è stato rovinato da disadattati»

La capogruppo di Zaia Presidente: «Non ci sono nemmeno parole per commentare chi, nello spregio più totale delle nostre tradizioni, ruba un bambin Gesù o incendia un presepe»

«Non ci sono nemmeno parole per commentare chi, nello spregio più totale delle nostre tradizioni, ruba un bambin Gesù o incendia un presepe. Questi non sono vandali, ma dei disadattati: bene le telecamere, speriamo siano presto identificati e condannati senza alcuna scusante». Commenta così il capogruppo di Zaia Presidente, la trevigiana Silvia Rizzotto, le notizie degli episodi vandalici che nelle ultime ore hanno colpito alcuni presepi della Marca.

«Chi si macchia di questi reati vive in un altro mondo, probabilmente non si rende nemmeno conto che bruciare un presepe è un gesto da codardi. Dovremo ringraziare tutti i volontari che ogni anno dedicano il loro tempo ad allestire le natività nelle piazze dei paesi, una attività gratuita che ci ricordi il vero valore del Natale. Ed invece, siamo costretti ad inseguire delle ombre furtive che non trovano nulla di meglio che distruggere i nostri simboli. Il Natale è il momento di pace e serenità, di famiglia e degli affetti. Ma con questi balordi non si può avere comprensione o carità: devono essere identificati e i loro nomi devono essere noti a tutti. Perché possano vergognarsi a lungo di quanto hanno fatto alle nostre comunità» chiude la Rizzotto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Più muscoli e meno grasso: gli alimenti che aiutano a costruire la tua massa magra

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Tensione in tribunale, avvocato perde la testa e aggredisce il giudice

  • Rara complicazione dell'influenza, muore bimba di dieci anni

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento