Risultati Ascopiave: la deputata Floriana Casellato (PD) loda la gestione dell'azienda

"Basta guardare la delibera di proposta di distribuzione del dividendo (0,18) per capire come l'utile di quasi 57 milioni di euro derivi principalmente da una attenta gestione che ha saputo ottenere il massimo dall'efficienza dalle leve a disposizione"

TREVISO “Pur in assenza delle attese gare per la gestione delle reti e con anni termici oggettivamente sempre più miti a cui si accompagnano investimenti dei cittadini in iniziative di risparmio energetico, tutti indicatori che tendono a ridurre i volumi di gas erogati, il risultato di ASCOPIAVE è particolarmente positivo, indice che l’azienda e i loro amministratori hanno saputo dare corso alle istanze dei loro “principali azionisti”: i cittadini dei nostri comuni che rappresentati dai Sindaci hanno sempre richiesto la massima efficienza a questa società, che dalla sua nascita viene considerata uno dei valori più importanti del nostro territorio" a dirlo la deputata del PD Floriana Casellato.

"Basta scorrere i numeri e i risultati  elencati nel comunicato stampa diffuso dopo il CdA, che ha deliberato la proposta di distribuzione del dividendo (0,18), per capire come l’utile di quasi 57 milioni di euro derivi principalmente da una attenta gestione che ha saputo ottenere il massimo dall’efficienza dalle leve a disposizione - continua la Casellato - Penso che nei prossimi anni si aggiungerà una nuova sfida, a fianco a quella dell’efficienza l’azienda, che dovrà disegnare un deciso e attento piano di sviluppo. Naturalmente su questo punto, l’impatto e i risultati delle gare saranno determinanti, come è importante guardare con attenzione a possibili acquisizioni e aggregazioni con società, anche su questo ci sono già dei segnali chiari da cogliere positivamente (acquisizione Pasubio/tentativo in corso di aggregazione con Gelsia)".

"Serve continuare con la garanzia di amministratori molto attenti e preparati perché le tanto sollecitate aggregazioni nascondono anche lati pericolosi e non sempre potrebbero portare dei vantaggi ai comuni soci. Una aggregazione con una società non performante o fortemente indebitata potrebbe anche azzerare la capacità di fare utili e di distribuire dividendi - dichiara la deputata trevigiana - In questi giorni si parla molto del nuovo assetto del CdA di ASCOPIAVE. Per continuare a dare risultati positivi sarà quindi necessario continuare ad affidare l’amministrazione a persone dal profilo adeguato. Mi sembra che l’esperienza di questi anni abbia affermato che la politica non deve produrre un dibattito volto all’occupazione di potere, ma deve dare il suo contributo perché si costruiscano le condizioni per assicurare una gestione efficiente e veramente condivisa, in modo che tutti gli azionisti si sentano partecipi al di sopra della propria appartenenza e i risultati siano principalmente per i cittadini che sono la ragione sociale della politica".

"Non vi è dubbio che ho sempre considerato poco lungimirante la vendita delle azioni da parte dei Comuni, se non altro perché non ben calibrate nei tempi e in modo non condiviso con gli altri azionisti pubblici, e non vi è dubbio che i risultati nel periodo immediatamente successivo (dividendo mancato per la vendita, dividendo straordinario deliberato poche settimane fa a cui si aggiunge oggi la proposta di quel straordinario 0,18 e un’azione che vale una cifra record di € 3,29) confermano che è stato un grave errore per i cittadini - conclude Floriana Casellato -  Ma oggi la holding ha un nuovo azionista di peso che rappresenta le istanze del privato per questo bisognerà considerare con attenzione anche le istanze di questo nuovo socio, senza perdere di vista la mission stessa di Ascopiave, il servizio al cittadino".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Scontro tra due camion a Sernaglia: un morto e due feriti

    • Incidenti stradali

      Schianto e fuga, il "pirata" si costituisce: è uno studente 21enne

    • Cronaca

      Profughi a Bonisiolo, la Regione si oppone: "Neanche per idea"

    • Cronaca

      The Stars from the Commitments: dal grande schermo al palco di Suoni di Marca 2017

    I più letti della settimana

    • A Conegliano, per il candidato sindaco Chies, c'è anche l'ex Fiamma Tricolore Sperandio

    • Amministrative 2017: dibattito pubblico tra i candidati sindaci di Conegliano

    • Le nuove piazze di Treviso fanno scuola: una delegazione di Formigine in visita alla città

    • No del Consiglio di Stato al gruppo Mosole per riaprire la discarica Terra di Paese

    • Unione dei Comuni della Marca Occidentale: Silvano Marchiori è il nuovo Presidente

    • Banche popolari, "Imposizione Irpef richiesta paradossale e inaccettabile"

    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento