I sindaci trevigiani Sozza e Traetta in visita all’Unione Europea a Bruxelles da Zoffoli

Il componente della Commissione europea all’ambiente e alla mobilità sostenibile, ha voluto far comprendere quali sono le prospettive e le possibilità per i Comuni nella prossima programmazione dei fondi europei

I sindaci di Maserada sul Piave Anna Sozza e di Cappella Maggiore Vincenzo Traetta dal 28 al 30 gennaio scorso si sono recati per un viaggio di lavoro a Bruxelles nelle sedi dell’Unione Europea su invito dell’Europarlamentare del Partito Democratico Damiano Zoffoli. L’Eurodeputato, componente della Commissione europea all’ambiente e alla mobilità sostenibile, in questi tre giorni ha infatti convocato a Bruxelles sette sindaci del territorio veneto per accompagnarli in una visita guidata all’europarlamento e ad incontri finalizzati a comprendere quali sono le prospettive e le possibilità per i Comuni nella prossima programmazione dei fondi europei. Gli amministratori locali in particolare hanno avuto incontri riguardanti le tematiche territoriali, economico-sociali ed ambientali.

«Ringraziamo l’eurodeputato Damiano Zoffoli per questo invito e per il dialogo instaurato in modo proficuo con il nostro territorio – dichiarano i sindaci in una nota congiunta - L’Europa per noi è la possibilità di vivere in pace, di viaggiare liberamente, di scambiare merci e servizi con procedure uniformi, di utilizzare un’unica moneta negli scambi, di comunicare con i cellulari senza costi aggiuntivi (no roaming) tra un paese ed un altro, studiare e lavorare nei paesi comunitari con tutele uniformi, insomma più libertà e democrazia. Questa visita ci ha permesso di incontrare e dialogare con persone interessanti e visitare luoghi dove si costruisce il destino di tanta gente. I bandi europei possono essere uno strumento utile per sviluppare progetti di medio-lungo periodo nei nostri territori, rispettosi dell’ambiente e della mobilità sostenibile. I fondi europei hanno permesso alla nostra regione e al nostro territorio di sviluppare progetti soprattutto a tutela della salute e dell’ambiente, basti pensare al cofinanziamento di 6 milioni di euro per l’acquisto di una flotta di autobus a minor impatto ambientale. Dobbiamo farci portatori del messaggio che l’Europa è casa nostra e che ogni giorno le risorse economiche che mette a disposizione per tramite della Regione Veneto, sono la principale risorsa di sviluppo e sostenibilità del nostro territorio».

«L’obiettivo di questi confronti presso l’Unione Europea è quello di avvicinare sempre più l’Unione Europa ai suoi territori - commenta l’eurodeputato Zoffoli - Da ex sindaco conosco le necessità che hanno gli amministratori locali ed è fondamentale mantenere costante il dialogo con loro. L’impegno dell’Europa da qui ai prossimi anni deve essere quello di orientare sempre maggiori fondi a vantaggio dei territori e destinare risorse a bandi che possano permettere alle realtà locali di avere la forza di crescere e svilupparsi».

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

  • Bambina di tre anni "dimenticata" all'interno di uno scuolabus

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • Prostitute a casa dei clienti, 200 euro a prestazione: tra le squillo anche una minorenne

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

  • Si schianta con la bici contro un'auto sul Montello, 41enne in coma

Torna su
TrevisoToday è in caricamento