Treviso, aperti i bandi per gli incarichi nelle società partecipate

Da lunedì sera sul sito del comune iniziano le selezioni per i nuovi membri delle aziende pubbliche, che si concluderanno il 22 luglio 2013

"Con la riapertura dei bandi per le società partecipate del Comune di Treviso crediamo di compiere un importante gesto di trasparenza nei confronti di tutti i cittadini". È il commento del sindaco di Treviso Giovanni Manildo che lunedì ha riunito gli assessori e il presidente del consiglio comunale Franco Rosi in una giunta straordinaria.

Lunedì scadeva il termine ultimo per la loro riapertura. La legge prevede che, a partire dal suo insediamento a primo cittadino, spettino 45 giorni di tempo per decidere: "Da lunedì sera verranno pubblicati nel sito del Comune tutte i bandi e le posizioni aperte per le quali sarà possibile candidarsi", spiega Manildo.

Le domande complete dovranno pervenire presso l'Ufficio Protocollo del Comune entro lunedì 22 luglio 2013 alle ore 12.00: "Abbiamo scelto di mantenere i bandi aperti per il maggior tempo possibile per garantire la partecipazione  di tutti coloro che vorranno candidarsi. I cittadini avranno così il tempo di informarsi e candidarsi - sottolinea Manildo - comprese le persone che fino ad oggi hanno lavorato nelle stesse partecipate. Non è più tempo dei bandi indetti sottovoce".

I bandi riguarderanno l' assegnazione delle seguenti posizioni: tre membri del cda  di Aertre, due membri per Farmacia Trevigiana, tre posizioni per Treviso Mercati, una per Treviso Servizi, tre membri del cda per Treviso Sinergie e un componente dell'Ater. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento