"Giorno del ricordo, nessuno spazio ai fan dei carnefici"

Striscione di CasaPound Treviso che prende apertamente posizione contro la decisione del Comune di Treviso di affidare ad ANPI ed ISTRESCO due conferenze per commemorare le foibe

Uno striscione di Casa Pound

"Giorno del ricordo, nessuno spazio ai fan dei carnefici" recita lo striscione appeso la scorsa notte dai militanti di CasaPound Treviso, che prende apertamente posizione contro la decisione del Comune di Treviso di affidare ad ANPI ed ISTRESCO due conferenze legate al "Giorno del ricordo". Il 5 febbraio ed il 15 febbraio infatti si terranno due conferenza patrocinate dalla Città di Treviso nelle quali verranno trattati i temi delle foibe e dell'esilio Istriano - Dalmata. «È scandaloso che un tema tragico come quello delle foibe venga trattato dall'ANPI -dichiara CasaPound Treviso- un'associazione mostratasi da sempre revisionista se non addirittura negazionista sull'argomento, così come è assurdo che un istituto che si fonda sulla Resistenza venga chiamato in causa per raccontare una dolorosa diaspora causata dalle truppe titine ben spalleggiate dai partigiani nostrani».

«CasaPound Treviso -prosegue il comunicato- si appella al buon senso del Comune per far sì che i temi legati al solenne 'Giorno del ricordo' possano essere trattati da persone non legate ad associazioni che su questi argomenti si sono sempre dimostrate attive nel diffondere le ragioni dei carnefici piuttosto che quelle delle vittime di tali atrocità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tumore incurabile, il sorriso di Roberta si spegne a soli 54 anni

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Epatite fulminante, il sorriso di Ennio Vendramini si spegne a 53 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento