Foibe: «I morti non hanno colore politico, i carnefici si»

Casa Pound Treviso attacca le ultime uscite di alcuni esponenti di Anpi ed Istresco

Un'esecuzione

All'indomani delle dichiarazioni di vari esponenti di Anpi ed Istresco, in merito alla propria legittimazione a trattare argomenti inerenti l'eccidio delle foibe, CasaPound Treviso replica duramente sottolineando l'intollerabile opportunismo di tali affermazioni. «Se è vero che i morti non hanno colore politico, vista oltretutto la presenza anche di ignari civili tra l'enorme numero di vittime infoibate, é altrettanto vero che i colpevoli di questi crimini provengono tutti da ambienti politici attualmente affini proprio all'associazione nazionale partigiani»: afferma nella nota CasaPound Treviso.

«Affidare proprio a questa associazione la revisione storica dei fatti appare come una presa in giro nei confronti dei familiari delle vittime, e su questo non c'è ragione che tenga»: conclude il movimento della tartaruga frecciata, che auspica per gli anni a venire una maggiore sensibilità da parte dell'amministrazione comunale verso un argomento così delicato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tumore incurabile, il sorriso di Roberta si spegne a soli 54 anni

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Epatite fulminante, il sorriso di Ennio Vendramini si spegne a 53 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento