Il comitato cittadino di "Treviso più pulita" denuncia la situazione di degrado in periferia

"Strade e marciapiedi senza manutenzione e sfalcio dell’erba praticamente inesistente. In centro però si spendono 5 milioni di euro l'anno, fuori mura solo poco più di 1 milione"

Il degrado alla rotonda di Canizzano

TREVISO "Treviso più pulita", comitato cittadino che ha a cuore l’immagine della città verso i propri cittadini e visitatori, denuncia la penosa situazione in cui versano le periferie e pensa che qualcosa non vada nel verso giusto per quanto riguarda la manutenzione delle strade, marciapiedi e sfalcio dell’erba. In piazza del “prato” dei Signori nasce l’erbetta fresca, nel tombino all’incrocio tra viale Bixio e Carlo Alberto nascono le piante di fico, in via Brunelleschi nascono i pioppi sui marciapiedi, la rotonda di Canizzano ha l’erba alta due metri e nasconde i cartelli, e molto altro ancora.

"L’impressione è che le periferie siano abbandonate al loro destino di degrado - dicono dal comitato - sotto tutti i punti di vista: dalla sicurezza, ricordiamoci le due sorelle anziane picchiate a San Zeno o la ragazza violentata all’uscita del sottopasso ferroviario; la raccolta differenziata che fa acqua da tutte le parti, basti un esempio per tutti: via Pisa. La manutenzione delle strade, dei marciapiedi, dei giardinetti è ben lontana da qualsiasi standard; proprio quei giardinetti dove la gente fa i propri bisogni, espleta le funzioni corporee, si fa le siringhe e le canne. Quartiere San Paolo ancora senza medico titolare a quasi tre anni dalla morte del Dott. Bordin….Che fine ha fatto il piano redatto nella primavera del 2016 dal Comune per l’impiego dei profughi nei lavori di pubblica utilità, sull’esempio di Casier? Vogliamo continuare? Il Comune spende per la periferia con i suoi 15 quartieri e oltre 70 mila abitanti un milione e briciole all’anno per i lavori di manutenzione e pubblici".

"Al centro invece, con solo 5mila abitanti, vanno oltre 3 milioni annui per far cosa? Piazze rifatte e vuote - chiosa Ilario Del Bel di Treviso più pulita' - Piazza Rinaldi potrebbe essere usata per proiettare dei film, tipo cineforum a tematica sociale e culturale specifica, fare magari un festival estivo dell’operetta, tenere dei concerti etc. Il nostro comitato, oltre ai suggerimenti di quanto sopra, pensa che il Comune dovrebbe spendere un pochino di più per le periferie, magari rivedendo il contratto con Contarina anche se, come dice il direttore Zanatta, verrebbe a costare ed incidere sulla bolletta. Quale cittadino non sarebbe disposto a pagare qualche euro per avere una Treviso più pulita, più graziosa, più vivibile? La soluzione, sebbene drastica, rimane una sola: cambiare fornitore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento