Tricolore incendiato: «A questi ragazzi vanno insegnati i valori dello spirito alpino»

Sul caso è intervenuto Luca De Carlo, parlamentare trevigiano di Fratelli d'Italia

Luca De Carlo

«È gravissimo che un tricolore venga rubato e dato alle fiamme, ancora più grave è se gli autori del terribile gesto dichiarano di averlo fatto per noia»: questo il durissimo commento del deputato di Fratelli d'Italia, Luca De Carlo, a quanto accaduto nei giorni scorsi a Vittorio Veneto, dove due minorenni stranieri sono stati denunciati per aver rubato la bandiera italiana issata sul pennone della locale sede degli alpini e averle dato fuoco. «Trovo incredibile e gravissimo che per noia non si trovi altro passatempo che sottrarre e incendiare un simbolo dello Stato come il tricolore -denuncia De Carlo- Fa ancora più effetto che questa bandiera fosse conservata dagli alpini, i massimi rappresentati dei valori della Patria». «A questi ragazzi vanno insegnati i valori dello spirito alpino: facciamoli partecipare a qualche incontro o qualche iniziativa delle nostre penne nere, così potranno rendersi conto della stupidità del loro gesto e scopriranno che, per combattere la noia, ci sono molte altre cose da poter fare, anche a favore della comunità -sottolinea De Carlo- Voglio infine ringraziare le forze dell'ordine, dalla Polfer ai Carabinieri, che hanno già fatto giustizia nei confronti di un atto tanto grave quanto stupido».

«Il mio commento non può che essere di esecrazione per questo gesto. Viviamo in un periodo in cui purtroppo non ci sono valori: i crocifissi si gettano nei cestini o si bruciano le bandiere. Si tratta di inciviltà tipiche dei nostri tempi. Abbiamo la misura di quanto in basso siamo arrivati -ha commentato il sindaco di Vittorio Veneto, Antonio Miatto- Se ci fosse un pò di cervello basterebbe parlarci, far capire cosa hanno fatto. Non li conosco e non ho idea di quanto sia utile: speriamo che i tentativi di recupero culturale vadano in porto ma in questo caso se non capiscono da soli quello che hanno fatto, ho pausa siano del tutto inutili».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Pullman per la gita scolastica non a norma: sequestrati dalla polizia stradale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento