"Bene il decreto migranti di Minniti ma ora servono i fatti"

Così il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia commenta il varo del provvedimento che oggi ha avuto il via libera definitivo dalla Camera dei deputati

TREVISO “Sulla questione migranti avevo già riconosciuto che ci sono segnali di un cambio di rotta. Ora bisogna vedere i fatti, perché di parole, rimaste tali, ne abbiamo già sentite molte, e il problema è ancora lì che si ingigantisce giorno dopo giorno, con Frontex che ci informa proprio oggi che gli sbarchi sono aumentati del 30% rispetto al 2016 e che ci sono dati anomali sulla quantità dei soccorsi effettuati da navi di varie Ong”. Così il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia commenta il “decreto migranti”, che oggi ha avuto il via libera definitivo dalla Camera dei deputati. “Non possiamo più accontentarci di presunzioni – aggiunge Zaia – perché c’è un bisogno stringente di azioni concrete, come espulsioni veloci, rimpatri efficaci, definizione urgente di accordi bilaterali con gli Stati di provenienza per l’identificazione in loco”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento