«Persona unica e importante»: Zanoni rende omaggio al partigiano Lorenzoni

"Con la sua scomparsa Treviso perde una figura di riferimento per la sua Storia". Queste le parole di commiato espresse in queste ore dal consigliere regionale del Pd

«Con la scomparsa di Umberto Lorenzoni, Treviso perde una figura di riferimento importante e unica, soprattutto per le giovani generazioni». Con queste parole Andrea Zanoni, consigliere regionale del Partito Democratico ha voluto ricordare il comandante Lorenzoni, partigiano nato a Nervesa della Battaglia, già presidente dell’Anpi provinciale scomparso domenica notte a 92 anni.

«Lo conoscevo personalmente e lo ricordo come un esempio di umanità, sempre schierato a fianco dei più deboli contro le ingiustizie. Ricordo anche la sua rinuncia alla medaglia al valore, aveva perso tre dita mentre preparava un attentato per sabotare un convoglio nazista, chiedendo che fosse assegnata a un partigiano caduto in battaglia. Un abbraccio alle figlie, ai nipoti e a tutta l’Anpi, a cui sono fiero di essere iscritto» ha commentato il consigliere regionale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento