Ponzano ancora senza medici di base: il Comune chiede aiuto alla Regione

Da lunedì 11 febbraio è entrato in servizio un nuovo dottore ma continua la ricerca del Comune per un medico provvisorio aggiuntivo. Appello del Comune per risolvere il problema

Prosegue l'azione dell'amministrazione di Ponzano Veneto per risolvere il prima possibile il problema della carenza di medici di base nel territorio comunale. La questione era emersa con la riforma delle medicine di gruppo, ma allora l'Ulss 2, in fase di riassetto a seguito dell'aggregazione e riorganizzazione, non aveva potuto dare seguito alle richieste del Comune.

Dallo scorso autunno, il pensionamento degli ultimi medici di famiglia ha lasciato scoperte tutte e tre le frazioni di Ponzano, Paderno e Merlengo: il sindaco Monia Bianchin e l'assessore alle politiche sanitarie Katja Turk hanno avviato così un dialogo con Regione Veneto e Ulss 2 per individuare la strada più rapida per erogare il servizio ai cittadini. «Da lunedì 11 febbraio è operativo nel nostro Comune un nuovo medico, il dottor Roberto Bianchini - riferisce l'assessore Turk - Il suo ambulatorio è situato via XXV Aprile, presso la sala prelievi dell’Ulss, ed è reperibile al numero 0422 440432. Ma il dottor Bianchini può ricevere a Ponzano solo lunedì dalle 11 alle 12 e giovedì dalle 15 alle 16: negli altri giorni, riceve negli ambulatori di Morgano e Badoere. Ha circa 370 posti disponibili per nuovi pazienti. Inoltre, a Povegliano il sostituto della d.ssa Gaitan, il dott. Matteo Filippetto ha ancora 270 posti disponibili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’amministrazione comunale aveva sollecitato l’Ulss 2 per ricercare un medico provvisorio aggiuntivo per il nostro comune ma questa ricerca ha dato esito negativo, purtroppo: nessun medico si è reso disponibile a coprire questo posto - prosegue l'assessore - L’Ulss si è allora attivata per trovare un nuovo medico definitivo, chiedendo alla Regione Veneto, competente in materia di sanità, di dichiarare il Comune di Ponzano Veneto “zona carente” (di medici). Per completare questa procedura ci vorranno alcuni mesi, ma siamo fiduciosi di arrivare ad una conclusione positiva in via definitiva. Come amministrazione comunale, per sensibilizzare ulteriormente la Regione, abbiamo inviato nelle settimane scorse una lettera indirizzata al presidente Luca Zaia e al nuovo assessore alla Sanità Manuela Lanzarin, illustrando la grave carenza di medici di base a Ponzano Veneto e chiedendo un incontro per cercare di trovare una soluzione stabile e duratura in tempi brevi - informa il sindaco Monia Bianchin -  l’amministrazione coglie l’occasione per ringraziare l’Ulss 2 Marca Trevigiana, in particolare il direttore il dottor Francesco Benazzi e il direttore del Distretto Nord il dottor Giorgio Bazzerla, per la collaborazione e la disponibilità nel cercare di trovare soluzione alla mancanza di medici di base, che è peraltro diffusa in tutto il nostro territorio. Inoltre, si ringraziano anche i cittadini che si sono impegnati attivamente con la raccolta firme, per far emergere questa problematica anche sui mezzi di informazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento