Grande successo per la biciclettata organizzata da Avis a Vedelago

Primo Maggio in sella alle bici per 350 persone che hanno aderito alla bellissima iniziativa dell'Avis. Un'occasione importante di ritrovo per mantenersi in salute e divertirsi

Come da tradizione il 1° Maggio l’Avis di Vedelago organizza la biciclettata per le vie del Comune alternandosi un anno a SUD e l’altro a NORD. Questa edizione della biciclettata, la 43esima, si è svolta lungo il percorso a nord del territorio comunale, per circa 18 km.

Partenza ore 9.30 dalla piazza di Vedelago direzione Fanzolo poi per Barcon, Zapparè quindi Fossalunga e rientro a Vedelago: un percorso piacevole con la partecipazione di oltre 350 persone tra cui tantissime famiglie con i loro figli e tanti altri. Ad ognuno prima della partenza sono stati consegnati palloncini colorati con la scritta Avis, che ciascuno ha legato alla bici, rendendo colorato tutto il gruppo: una bellissima immagine durante il percorso. La biciclettata è stata sorvegliata con attenzione dal corpo dei vigili urbani, assistiti dalla Croce Bianca e dalla dottoressa Luigina De Bortoli, i volontari avisini invece si sono preoccupati degli incroci e attraversamenti.

biciclettata 2019 081-2

Una giornata favolosa, sole tiepido ed un ottimo mattino per un percorso in bici per le vie del Comune che ha visto anche la partecipazione del sindaco Cristina Andretta e del vicesindaco Marco Perin e dell’assessore Roberto Ncoletti con le loro rispettive famiglie. All'arrivo alle 11.30 nel piazzale si è tenuto un laboratorio a cura del panificio pasticceria di Maurizio Quaggiotto che ha offerto a tutti i partecipanti il rinfresco mentre l’Avis ha consegnato una confezione di gnocchi e un dolce a tutti coloro che si sono iscritti alla manifestazione. Il presidente Anacleto Tommasini ringrazia tutti i partecipanti in particolare la squadra dei collaboratori per la buona riuscita della manifestazione e spiega: «Questo nostro impegno ormai tradizionale è motivo per far aderire nuovi avisini e come gli anni scorsi l’Avis spera di raccogliere nuove iscrizioni magari giovani; l’Avis in generale ha bisogno di nuovi iscritti, il dono del sangue è fondamentale, non può essere prodotto in laboratorio e, soprattutto in estate, la richiesta aumenta. Basta avere 18 anni ed essere in buona salute per diventare donatore. Si può donare fino ai 65/67 anni ed è meglio donarlo che riceverlo». Commenta il sindaco Andretta: «Come al solito quella organizzata dall’Avis è un’iniziativa che si rinnova di anno in anno e di grande successo. E’ sempre una bella gratificazione vedere come il mondo del volontariato riesca a coinvolgere bambini, adulti e famiglie in manifestazioni che hanno non solo una finalità ludica e di intrattenimento ma, come nel caso della biciclettata di ieri, anche quella di sensibilizzare la comunità ad un’azione così semplice ma importante come quella di donare il sangue».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Schianto auto-moto, ferito un centauro: deve intervenire l'elisoccorso

  • Fuggono ad un controllo di polizia ma si schiantano contro un negozio: grave un uomo

  • Grave incidente lungo la Feltrina: due uomini rimangono incastrati tra le lamiere

Torna su
TrevisoToday è in caricamento