Radiologia, gli esperti dell'ospedale di Conegliano invitati al Congresso di Vienna

Importante traguardo raggiunto dal gruppo di lavoro uroradiologico dell'ospedale trevigiano che, dopo il successo della scorsa edizione, tornerà in Austria anche nel 2020

L'ospedale di Conegliano (Foto d'archivio)

Per il secondo anno consecutivo il gruppo di lavoro uroradiologico dell’ospedale di Conegliano è stato chiamato al Congresso Europeo di Radiologia ECR, che si terrà a Vienna nella prima metà di Marzo 2020.

Il lavoro che sarà illustrato nella capitale austriaca rappresenta un ampliamento dello studio avviato lo scorso anno (studio delle cisti renali complesse mediante TC e CEUS), accompagnato da un’analisi statistica più approfondita; ad oggi  un totale di 95 pazienti sono stati arruolati nello studio , 25 dei quali sottoposti a intervento chirurgico. La metodica oggetto dello studio utilizza l'ecografia per approfondire lo studio morfologico  delle neoformazioni cistiche  del rene e, con l'iniezione di mezzo di contrasto, ne studia  la vascolarizzazione, evitando il ricorso a indagini TAC e ripetute nel tempo con una conseguente razionalizzazione di risorse e minore esposizione del paziente a indagini radiologiche. La Società Europea di Radiologia ha voluto riconoscere anche in questa occasione la valenza tale approccio, confermandone la presentazione agli specialisti europei per l'importanza della casistica segnalata e per le caratteristiche innovative. Da sottolineare, nell'ambito dello studio, l'importanza di una multidisciplinarietà tra specialisti  che coinvolge professionisti di discipline diverse nell'ambito di un approccio condiviso con il paziente  per la definizione del percorso terapeutico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento