Emergenza medici: il Governo elimina il tetto di spesa per le assunzioni

La notizia data dal ministro Bongiorno è stata accolta in maniera entusiasta dal presidente del Veneto Luca Zaia che ha proposto di poter pagare di più il personale sanitario

«Le dichiarazioni del Ministro Giulia Bongiorno sono un segno di efficienza nell’affrontare i problemi. Musica per le nostre orecchie». E’ questo il commento del presidente del Veneto, Luca Zaia, alle dichiarazioni rese dal ministro della Pubblica amministrazione, durante il question time alla Camera, sul problema della carenza di medici.

Il ministro Bongiorno ha annunciato che, con un decreto legge che verrà approvato prossimamente dal Consiglio dei ministri, è stato finalmente eliminato l'obbligo di rispettare il tetto di spesa relativo all'anno 2004 per le assunzioni. Secondo il Governatore Zaia «Riuscire ad assumere in sanità, da un lato togliendo il tetto e dall’altro intervenendo quanto prima sulle borse di specializzazione, credo significhi risolvere gran parte dei problemi sul tappeto. Suggerirei anche – conclude il presidente del Veneto – di ricercare la possibilità di pagare di più i nostri medici e i lavoratori della sanità, visto che gran parte della migrazione verso le strutture private ha come motivazione quella del trattamento economico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento