A Monastier il nuovo servizio di diagnosi senologico "Tutto in un giorno"

Un investimento da un milione e mezzo di euro della "Giovanni XXIII" per andare incontro alle richieste di prevenzione. In due anni aumentati del 45% gli esami strumentali alle mammelle

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Un’area dedicata di 160 mq suddivisa in salottini per l’attesa e 8 ambulatori dotati di strumentazione tecnologica di diagnosi di ultima generazione come 2 MAMMOGRAFI 3D CON TOMOSINTESI, 4 ECOGRAFI A 24 MHZ, STAZIONI DI REFERTAZIONE AD ALTA RISOLUZIONE, 1 SISTEMA DI BIOPSIA SOTTO GUIDA STEREOTASSICA, 1 RISONANZA MAGNETICA con bobina dedicata a 16 canali.

Il nuovo Servizio di Senologia della Casa di Cura “Giovanni XXIII” di Monastier, inaugurato questa mattina alla presenza del Sindaco di Monastier Paola Moro, del Presidente di Sogedin Massimo Calvani, dell’amministratore delegato della Casa di Cura Giovanni XXIII e del Responsabile Comunicazione Matteo Geretto e del primario di Radiologia dottor Francesco Di Toma e dal radiologo dottor Bernardino Spaliviero, consente alla donna di avere una diagnosi ultra veloce in grado di individuare neoplasie nella fase iniziale: tutto in una giornata. In sostanza se al mattino viene scoperto qualcosa di sospetto dall'esame clinico strumentale (mammografia+ecografia+visita senologica) la donna entro sera può avere la diagnosi certa senza attese logoranti, mediante l’agobiopsia istologica. In pochi giorni successivi con la risonanza magnetica e la mammografia con mezzo di contrasto, viene precisata la sede e l’estensione della malattia per poter attuare con sollecitudine il migliore trattamento terapeutico.

Un investimento che la Casa di Cura di Monastier ha voluto fare perché sono sempre di più le donne che accedono al servizio di prevenzione. In due anni, dal 2016 al 2018, la percentuale di donne che ha effettuato l’esame strumentale alle mammelle è aumentata del 45%. “Le donne credono nella prevenzione come strumento per la salvaguardia della salute propria e della loro famiglia. E ’per questo che abbiamo deciso di investire, oltre che su validi professionisti, nella tecnologia che sempre più ci aiuta a vivere meglio e più a lungo. Siamo appena rientrati dal Salone European Congress of Radiology di Vienna e queste strumentazioni sono le migliori al mondo per la diagnosi precoce limitando al minimo l'esposizione delle pazienti alle radiazioni” ha detto Gabriele Geretto, Amministratore Delegato della Casa di Cura “Giovanni XXIII” di Monastier. La Casa di Cura di Monastier ha investito sul progetto del nuovo servizio di senologia, che la colloca come punto di riferimento per l’intero territorio nazionale, un milione e mezzo di euro: € 1.250.000 per le tecnologie di diagnosi e ulteriori € 250.000 per le opere murarie.

momento inaugurazione-2

In dotazione

Un nuovissimo mammografo digitale 3Dimensions con Tomosintesi di ultima generazione con software dedicato 2D-3D, piano ergonomico Smart curve per compressione meno dolorosa, modulo mammografia a doppia energia con mezzo di contrasto.

2 aggiornamenti del preesistente mammografo che lo rendono di fatto uguale a quello di ultima generazione

2 stazioni di refertazione con 2 monitor Barco ciascuna (4 monitor totali) ad altissima risoluzione.

Sistema per biopsia stereotassica con tomosintesi a donna distesa

4 ecografi con sonde fino a 24Mhz

Risonanza magnetica mammaria con bobina 16 canali e biopsia RM-guidata

Con questo nuovo servizio di diagnostica, diretta dal primario il dottor Francesco Di Toma, la struttura di Monastier è in grado di offrire alla donna un percorso senologico completo che include la parte chirurgica e il post intervento con la riabilitazione. Il percorso riservato alle donne per la prevenzione del tumore al seno si divide in DUE LIVELLI che, qualora ce ne fosse la necessità, si svolgono nell'arco di una giornata.

IL PRIMO LIVELLO include:

• visita medica,

• mammografia 3D con Tomosintesi,

• eventuale Mammografia con Mezzo di Contrasto (CE2D) che fornisce informazioni aggiuntive rispetto alla semplice mammografia riuscendo a migliorare la capacità di rilevare lesioni. E’ un esame affidabile che ha mostrato una accuratezza diagnostica elevata nella diagnosi di lesioni maligne, comparabile alla RM e maggiore della mammografia convenzionale. L’esame ha una durata complessiva inferiore a 10 minuti ed è ben tollerato dalle pazienti

• ecografi a 24 MHZ con stazioni di refertazione ad alta risoluzione in HD

IL SECONDO LIVELLO, che può seguire anche immediatamente il primo qualora emerga la necessità di effettuare ulteriori approfondimenti, include:

• risonanza magnetica mammaria da 1.5 Tesla (questo è un esame con valore diagnostico, cioè dà una sicurezza di diagnosi del 99%),

• biopsie eseguite in Tomosintesi, ecografia o risonanza; la metodica di prelievo varia a seconda della patologia, normalmente quella più praticata è l’ecografia. Da pochi mesi, presente nella struttura il tavolo stereotassico per la biopsia prona con tomosintesi che consente alla donna di effettuare l'ago biopsia al seno, sotto sedazione, distesa a pancia in giù evitando quindi di assistere direttamente al prelievo chirurgico.

Nuovo Servizio Senologico salottino attesa-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Politica

    Tendine in cimitero, Moretti: «Querelo Salvini e Meloni»

  • Video

    Degrado al Biscione: nel video dei giovani rapper spunta una pistola

  • Video

    Omicidio di Silea, parla il sindaco Rossella Cendron: "Una tragedia, siamo vicini alla famiglia"

  • Cronaca

    «Ho visto del fumo che usciva, ho rotto la finestra e sono entrato»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento