Ecocardiografia, Motta di Livenza ospiterà la presidenza nazionale del Siecvi

Francesco Antonini Canterin, già direttore dell'Oras di Motta è stato nominato nei giorni scorsi presidente della Società Italiana di Ecocardiografia e Cardiovascular Imaging

In foto: Francesco Antonini Canterin

Il dottor Francesco Antonini Canterin, direttore della UO di Riabilitazione Cardiovascolare dell’Ospedale Riabilitativo di Alta Specializzazione di Motta di Livenza, è stato nominato Presidente della SIECVI (Società Italiana di Ecocardiografia e Cardiovascular Imaging), nell'ambito del Congresso Nazionale tenutosi a Sorrento.

La presidenza nazionale della SIECVI sarà dunque a Motta di Livenza durante il prossimo biennio 2019-2021 facendo di Oras un riferimento nazionale, e non solo, per la diagnostica delle patologie vascolari. La SIECVI, fondata nel 1973, è la più grande società scientifica cardiologica italiana “di settore”, potendo contanre su oltre tremila specialisti aderenti. Si occupa della diagnostica cardiologica ad ultrasuoni (ecocardiografia ed ecocolorDoppler) e dell’utilizzo clinico delle tecniche di diagnostica per immagini multimodali a livello cardiovascolare (in particolare risonanza magnetica cardiaca e tomografia assiale computerizzata coronarica e cardiovascolare). La società è presente in tutte le Regioni ed è molto attiva in ambito scientifico-culturale, tecnico-organizzativo e formativo. I settori ricerca e HTA promuovono numerosi studi e registri policentrici, con presentazione di dati ai principali congressi internazionali e pubblicazioni di lavori scientifici sulle più importanti riviste cardiologiche. L’accreditamento si occupa della attestazione della certificazione di competenza dei singoli professionisti, che seguono un percorso teorico pratico rigoroso e controllato, e la certificazione di qualità dei laboratori di ecocardiografia, che devono possedere e mantenere standard elevati di efficienza, accuratezza diagnostica e performance. È in corso la procedura per accreditare anche il Laboratorio di ecocardiografia di Oras, che ha un volume di attività tra i più grandi in Italia, come laboratorio di 2° livello (di alta specialità)  e sono sempre più numerose le richieste di cardiologi giovani e meno giovani di frequentare il laboratorio di Motta di Livenza per stage di formazione e approfondimento.

Francesco Antonini-Canterin vanta un curriculum di tutto rispetto che lo ha portato, dopo la specializzazione in cardiologia, ad un percorso clinico qualificato, affiancato da una costante attività scientifica e didattica con relazioni ed interventi a congressi e pubblicazioni  su riviste specializzate. A Sorrento, a rappresentare Oras, anche la dottoressa Francesca Borsatto ed il dottor Leopoldo Pagliani: sono stati presentati tre contributi scientifici originali dal gruppo cardiologico di Motta di Livenza, incentrati sul temi dello scompenso cardiaco, della funzione ventricolare sinistra e dell’uso dell’ecocardiografia in prevenzione cardiovascolare. Un'ulteriore grande soddisfazione è venuta dalla premiazione - quale miglior poster presentato al congresso - del lavoro scientifico “Single-beat aortic arch pulse wave velocity by dual-gate simultaneous Doppler technique: a novel method for arterial stiffness evaluation”, lavoro ideato ed eseguito nella Cardiologia di Oras di Motta di Livenza e presentato da due giovani medici specializzandi della scuola di Cardiologia dell’Università di Verona: il dott. Mattia Strazzanti e il dottor Antonio Pepe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento