Scuole paritarie: il bonus per le famiglie aumenta a 300 euro

Abbattuta la morosità nei confronti del Comune di Montebelluna per il trasporto scolastico. L'aumento del bonus consentirà ai genitori di coprire due rette mensili all'anno

Trecento euro di bonus straordinario: è quello che l’amministrazione comunale di Montebelluna ha deciso di mettere a disposizione delle famiglie che hanno iscritto i propri figli alle scuole paritarie.

Una scelta che ricalca quella sperimentale dello scorso anno quando l’iniziativa è stata molto partecipata con oltre 100 domande presentate con un’adesione ben al di sopra delle previsioni. L’incentivo, allora come quest’anno, è stato introdotto su proposta dell’assessorato alle politiche familiari, data l’insufficiente disponibilità di posti nelle scuole dell’infanzia pubbliche montebellunesi che non soddisfano integralmente la domanda di servizio educativo e formativo nella fascia di età 3-6 anni, per cui oltre 300 nuclei familiari residenti usufruiscono dei servizi erogati dalle scuole dell’infanzia paritarie. Interviene il sindaco, Marzio Favero: «Abbiamo coniugato politica del rigore e solidarietà. Dal un lato aiutiamo le famiglie che ne hanno bisogno con le rette e e dall’altro richiamiamo al rispetto del pagamento delle tariffe». Commenta l’assessore all’Istruzione, Claudio Borgia: «Vista la parziale capacità delle scuole dell’infanzia pubblica di dare risposta alla domanda montebellunese e considerata l’alta adesione dello scorso anno, l’amministrazione ha deciso di riproporre questo contributo con due novità: l’innalzamento del valore che passa da 250 a 300 euro permettendo così alle famiglie di coprire due rette mensili, e l’aumento complessivo dello stanziamento, che passa da 12mila a 15mila euro. Mi auguro siano in tanti a poter cogliere questa opportunità che rientra in un’ottica di sostegno alle famiglie che privilegia quelle con un Isee più contenuto e con un maggior numero di figli».

La domanda dovrà essere presentata da un genitore utilizzando l’apposito modulo compilato, sottoscritto e corredato di copia di documento d’identità/riconoscimento valido entro e non oltre il giorno 25 novembre alle ore 23.59 collegandosi al sito www.comune.montebelluna.tv.it. Come lo scorso anno la partecipazione necessita di tre requisiti: la residenza nel Comune di Montebelluna alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione; aver frequentato una scuola dell'infanzia paritaria per almeno 6 mesi nell'anno scolastico 2018/2019 ed un valore Isee minorenni inferiore a 19mila euro. Conclude l’assessore all’Istruzione, Claudio Borgia: «Segnalo inoltre che, grazie ad un importante lavoro di dialogo e interessamento con le famiglie, le morosità per la tariffe del trasporto scolastico sono state fortemente ribassate passando dagli oltre i 3000 euro annui del 2009 a soli 562 euro di quest’anno con un significativo aumento di chi ha deciso di mettersi in regola saldando i debiti nei confronti del Comune. E’ senza dubbio un record storico per il servizio. Va detto che, ad aver reso possibile questo risultato, è stato anche l’aver introdotto un sistema di iscrizione al servizio di tipo annuale, anziché a ciclo scolastico, cosicchè ogni anno le famiglie che intendono iscrivere il proprio figlio al trasporto scolastico devono essere in regola con il pagamento. Infine ricordo anche che, grazie a un sistema di agevolazioni più ampio, il numero di famiglie che negli ultimi due anni hanno potuto beneficiare dei contributi è passato da circa 30 nuclei a 130, con un aumento del 400%. Questo ha senz'altro contribuito anche a mettere le famiglie in una migliore condizione per poter far fronte ai vari pagamenti. Il tutto senza alcun aumento delle tariffe a carico dei genitore».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento