Il Marconi di Conegliano eletto miglior liceo veneto dell'anno

Il report della Fondazione Agnelli ha premiato il liceo scientifico di Conegliano come scuola d'eccellenza. L'assessore Donazzan ai genitori: «Scegliete i licei con l'alternanza»

L'assessore Elena Donazzan durante un momento della premiazione del liceo Marconi

«Si avvicina il termine per le pre-iscrizioni alle scuole superiori. Per 45 mila alunni e altrettante famiglie del Veneto è il momento della scelta: scegliete in base all’accompagnamento e all’orientamento fatto dai docenti che conoscono i ragazzi, alle aspirazioni e ai sogni dei giovani, ma privilegiate istituti che promuovano l’alternanza scuola-lavoro». 

E’ questo il messaggio che l’assessore regionale all’istruzione e formazione, Elena Donazzan, ha ribadito, visitando il liceo scientifico Marconi di Conegliano, ‘promosso’ dalla Fondazione Agnelli nel proprio report annuale come miglior liceo veneto dell’anno. «Il Marconi di Conegliano – ha messo in evidenza Donazzan, affiancata dal preside del liceo Stefano Da Ros e dagli assessori comunali Gianbruno Panizzutti e Floriano Zambon – si qualifica come istituto di eccellenza anche per aver accolto e condiviso con la Regione Veneto linee guida e progettualità. Una collaborazione che quest’anno si è tradotta, in termini specifici, nell’aver accolto l’invito ad approfondire il tema del centenario della Grande Guerra e l’iniziativa legata ai presesi, facendoli diventare un unico progetto educativo. In futuro – ha prospettato l’assessore -  l’autonomia regionale, quando sarà, rafforzerà questa condivisione, legata alla coerenza dei messaggi, alle priorità del territorio e, in particolare, alla connessione tra mondo dell’economia e mondo della formazione. Il successo e la qualità di una scuola sono determinati, appunto, dagli indici di risultato scolastico, dal tasso di dispersione e dalle percentuali di inserimento nel mondo del lavoro, al termine degli studi. In questi giorni, nei quali i ragazzi di terza media e le famiglie sono chiamati a scegliere l’indirizzo di scuola superiore, invito a prestare ascolto agli orientamenti espressi degli insegnanti delle medie e  a non trascurare aspirazioni e sogni personali - ha invitato Elena Donazzan – coniugandoli però con dati di realtà. Mi spiego meglio: se sogni di fare il cuoco, non puoi non mettere in conto che ti sarà chiesto di lavorare il sabato e la domenica. Per questo invito studenti e famiglie a preferire scuole e istituti che propongano esperienze strutturate di alternanza  scuola-lavoro – ha concluso – La Regione e l’Ufficio scolastico regionale del Miur monitorano il successo e la qualità delle nostre scuole: gli istituti che hanno saputo realizzare percorsi efficaci di alternanza hanno dimostrato di concorrere al miglioramento dei risultati scolastici, compresi quelli legati al comportamento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento