Cosa fare dopo il diploma: il Comune organizza un incontro per i giovani

Martedì 16 ottobre al centro culturale di Resana si terrà un importante faccia a faccia tra giovani e professionisti per discutere sulle scende da prendere dopo il diploma

Cosa fare dopo il diploma? Università, lavoro, concorso pubblico, servizio civile: tante sono le opportunità per i giovani che hanno terminato, o stanno per terminare, gli studi alle scuole superiori e il Comune di Resana ha deciso di organizzare una serata che possa aiutarli in una scelta così importante.

Un incontro-dibattito che si terrà martedi 16 ottobre alle ore 20.30 presso il centro culturale di Resana. «Ci sarà un faccia a faccia tra i giovani neo diplomati o che stanno finendo le scuole superiori con altri giovani laureati – ha spiegato il sindaco Stefano Bosa nel presentare l’iniziativa – per l’occasione abbiamo convocato anche alcuni imprenditori e docenti universitari e dirigenti del settore pubblico che racconteranno la loro esperienza lavorativa e professionale. L’intento è di creare un network di relazioni tra i giovani che si accingono ad una scelta fondamentale per il loro futuro ed altri giovani che hanno già fatto quella scelta ed hanno terminato il percorso universitario». Una serata che in pratica rappresenta la seconda “puntata” di un percorso già iniziato dall’amministrazione comunale di Resana nella scorsa primavera quando i protagonisti furono i dirigenti ed imprenditori locali che furono messi in contatto diretto con i giovani diplomati e laureati. «Ci sarà inoltre la presenza di una responsabile di una agenzia di lavoro interinale – ha aggiunto il sindaco – che darà ai giovani alcuni suggerimenti utili per entrare nel mondo del lavoro: il curriculum, come presentarlo, il settore più gettonato in questo momento ed altre indicazioni per essere pronti a rispondere alle richieste che le aziende fanno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento