Montebelluna: scuole comunali in Rete, garantita la connessione più veloce

Connettività della scuole comunali: completata la migrazione. Ora le sedi degli istituti comprensivi e delle scuole primarie e secondarie comunali sono in Rete tra di loro

Foto d'archivio

Maggiore efficienza e contenimento dei costi di gestione e manutenzione: sono due tra i più significativi vantaggi legati al progetto promosso dal Comune di Montebelluna che ha portato la nuova connettività Internet presso le sedi degli Istituti Comprensivi e delle scuole primarie e secondarie comunali.

Vantaggi che sono stati illustrati dal sindaco, Marzio Favero, l’assessore Maria Bortoletto, e dal Servizio Informatico Comunale (SIC), ingegner Alberto Bertoldo, al personale scolastico amministrativo e tecnico nel corso di un incontro che si è tenuto lunedì scorso durante il quale è stata illustrata l'architettura di collegamento realizzata, il dettaglio della situazione di ogni plesso, le modalità di gestione del supporto tecnico ed i possibili sviluppi futuri. Si tratta di un’operazione che rientra nel pacchetto di lavori di ristrutturazione della rete informatica interna di tutte le sedi comunali e che avevano una duplice funzione: quella di rendere più performante la rete lan interna che risale a circa 20 anni fa e quella rendere possibile il successivo lavoro di revisione della connettività internet delle varie sedi, compresi anche i musei, il magazzino comunale sede della Protezione civile e le scuole di competenza comunale tra cui, appunto, asilo nido, dell’infanzia, primarie e medie.

La prima operazione, da parte di Tim, è consistita nel rifacimento del cablaggio degli armadi di rete e la sostituzione di tutti gli apparati attivi nelle varie sedi comunali. La seconda operazione, quasi completata, è compiuta da Fastweb e consiste nella sostituzione dell’attuale connessione Adsl con due fibre: una dedicata alla sedi comunali ed una alle scuole, ciascuna della velocità di ben 100 Mbit/sec. garantito rispetto agli attuali 4 Mbit/sec, con un salto di efficienza notevole. Gli interventi sono realizzati dal Comune nell’ambito di altrettante convenzioni Consip per complessivi 132mila euro circa. Grazie alla nuova architettura informatica, ora collegata alla rete comunale, ogni sede scolastica non è più indipendente e costretta a gestire la questione della sicurezza per conto proprio senza alcune condivisione delle risorse, ma tutte le sedi fanno parte di un’unica rete intranet, la sicurezza è gestita dal Comune e le sedi possono condividere le risorse. Allo stato attuale la migrazione verso la nuova connettività ha riguardato l’Istituto comprensivo 1, la scuola secondaria Papa Giovanni XXIII, l’Istituto comprensivo 2, la scuola primaria Serena, la scuola secondaria di Biadene, la primaria Pascoli, la primaria Baracca, la primaria Foscolo. Presso la scuola primaria Saccardo la migrazione al nuovo sistema di connessione avverrà entro la fine di giugno. Nel frattempo il Servizio Informatico Comunale sta completando l’aggiornamento dell’infrastruttura di connessione anche presso la Biblioteca e, una volta completata questa fase che prevede anche l’adozione dei protocolli necessari per l’accesso anche di utenti minorenni, si procederà con l’attivazione del wifi gratuito destinato ai frequentatori della Biblioteca.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma alla locanda Righetto: 28enne trovata senza vita nella sua stanza

  • Indagine sull'ex comandante dei carabinieri di Castelfranco, l'inchiesta si allarga

  • Autotrasporti: in arrivo i rimborsi per i costi delle patenti professionali

  • Ordina uno spritz con gli amici: muore a 59 anni stroncato da un infarto

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Malore fatale, 50enne trovato morto nella sua roulotte

Torna su
TrevisoToday è in caricamento