Buoni pasto solidali, nuova iniziativa al reparto di pediatria di Treviso

Promotore dell'iniziativa Marco Mion, presidente dell’associazione nata in memoria della figlia Margherita, mancata il 14 luglio 2017

La locandina

Assistere un figlio, spesso di giovanissima età, durante le cure in ospedale, è un impegno per tanti genitori che, oltre alla preoccupazione per la salute del familiare, devono anche fare i conti con l’assenza dal lavoro e di conseguenza con le minori entrate. Sono problemi concreti che gli aderenti all’associazione Margherita c’è ancora vita e alla Lega italiana fibrosi cistica (Lifc) Veneto conoscono bene.

«Proprio per questo -spiega Marco Mion, presidente dell’associazione nata in memoria della figlia Margherita, morta il 14 luglio 2017- grazie anche all’accordo siglato con la Regione Veneto su diretto interessamento del direttore generale dell’Ulss 2 Treviso, Francesco Benazzi, insieme agli amici della Lifc, abbiamo la possibilità di acquistare direttamente da Serenissima ristorazione, una certa quantità di buoni a favore dei pazienti dell'unità operativa di fibrosi cistica e dell'unità operativa di onco-ematologia pediatrica dell'ospedale "Ca' Foncello" di Treviso. E’ un modo concreto per far sentire la nostra vicinanza a chi si trova a vivere quello che abbiamo vissuto anche noi in prima persona».

Mion, nei giorni scorsi, si è recato presso il reparto di Pediatria per consegnare i primi 100 buoni pasto solidali che saranno utilizzati a sostegno di quelle famiglie che assistono il proprio figlio nel corso dei frequenti ricoveri. «Ciò che abbiamo raccolto come associazione attraverso la vendita del libro Margherita c’è ancora vita e – ricorda Mion – quanto donato liberamente anche in occasione delle serate promosse sul territorio è stato investito su questo progetto perché è lo scopo per cui è nata la nostra associazione: contribuire a migliorare le condizioni di vita delle persone malate».

Chi volesse contribuire con donazioni al progetto dei buoni pasti solidali e della vacanza di Vita (progetto per le famiglie che vivono un percorso di battaglia per la vita di un figlio ammalato di cancro) può versare la propria offerta libera all’associazione Margherita c’è ancora vita, Iban IT 37 Z 03075 02200 CC8500747467 oppure accedendo al sito web www.margheritamion.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Anabolizzanti e droga dello stupro: arrestati agente di commercio e culturista

Torna su
TrevisoToday è in caricamento