La quinta elementare del Pio X vince a Urbino con un video-fumetto

La classe ha partecipato al concorso nazionale “Raffaello in Minecraft”. Al gruppo una targa personalizzata e ad ogni alunno una maglietta e un modellino del software

In foto: la targa del premio vinta a Urbino

Gli alunni della quinta elementare del percorso “Attivamente” del Collegio Pio X hanno ricevuto ad Urbino il premio quali vincitori del concorso “Raffaello in Minecraft”, sezione scuola primaria, un contest realizzato dalla Galleria Nazionale delle Marche in collaborazione con Microsoft, Cisco e Maker Camp. Il lavoro presentato consisteva nella produzione di quattro racconti di circa venti minuti complessivi, basati su episodi della vita di Raffaello Sanzio e realizzati in forma di video-fumetto, ambientati in scenari in 3D creati con i mattoncini di Minecraft, software di videogiochi. 

I lavori rimarranno ora esposti a Palazzo Ducale all’interno della Galleria Nazionale e sono presenti nella sezione “Lezioni” del sito di Rai Scuola. Gli organizzatori si sono complimentati con gli alunni trevigiani che erano accompagnati dai genitori e con gli insegnanti Matteo Cesco Frare e Fabio Albanese e hanno messo in evidenza come la classe del Collegio Pio X avesse ottenuto il maggior punteggio in assoluto tra quelle partecipanti e sia risultata l’unica squadra della scuola primaria a superare con successo tutte le prove. Alla premiazione hanno partecipato anche i Mates, gli Youtuber più seguiti del panorama Minecraft, che hanno accolto i bambini sul palco per la consegna dei premi consistenti in una targa ricordo personalizzata per la classe e, per ogni alunno, in una maglietta dell’evento ed un modellino di Minecraft. «Gli ambienti digitali possono diventare utili strumenti per realizzare una didattica innovativa e multidisciplinare - ha detto il maestro Fabio Albanese - perché propongono ai bambini una sfida in cui strumenti digitali, mondi virtuali ed ambientazione reale si sono intrecciati, come in questo concorso, in una caccia al tesoro lungo le strade di Urbino, ed è in questo contesto che la classe ha saputo dare il meglio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Malore fatale: il cuoco dell'osteria Al Baston muore a 59 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento