← Tutte le segnalazioni

Altro

Mostra celebrativa moto d'epoca Treviso 1918-2018

Piazza Borsa, 1 · Centro

Si è conclusa sabato 15 dicembre, la mostra dedicata alle moto d’epoca. Una storia raccontata attraverso una mostra espositiva che ricorda i cento anni del Motociclismo Trevigiano, in contemporanea con il 100° anniversario della fine della Grande Guerra, e con l’occasione, celebrare il 70° anniversario della scomparsa del campione trevigiano Tommaso Omobono Tenni, noto anche come The Black Devil, da cui iniziò la sua carriera motociclista all’eta di 19 anni e vincendo così la sua prima gara il 24 maggio del 1924 a Postumia, in Slovenia, con la sua monoposto GD 125 (Ghirardi-Dall’Oglio). Nel lontano 1933 entrò a far parte della squadra della Casa di Mandello, la storica Moto Guzzi, dove partecipò per la prima volta al “Trofeo della Velocità” al circuito di Littorio a Roma, con la "Bicilindrica 500" ma cadde ad una velocità, all’epoca da folli, di 180 km/h ma da lì si rialzò e da allora niente più gli impedì di ripartire e vincere nelle gare più prestigiose come la Tourist Trophy del 1937 sull'Isola di Man con la sua Moto Guzzi 250 e diventando così il primo motociclista “non britannico” a vincere, che all’epoca dei fatti, era considerata la gara più famosa al Mondo.

L’evento è stato possibile grazie all’ottima organizzazione del Motoclub Omobono Tenni Treviso, con il patrocino della FMI - Federazione Motociclistica Italiana - del Veneto, dal Comune di Treviso con la presenza delle Autorità cittadine e dall’ospitalità ricevuta dalla Camera di Commercio Belluno-Treviso in Piazza Borse, dove è stato possibile posizionare i vari stand. Ingresso gratuito che ha dato la possibilità a tutti gli appassionati e non, di visitare ed ammirare, la varie motociclette del passato dalle ore 10 della mattina fino alla chiusura alle ore 19.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

  • Grandinata a Santa Maria del Sile

  • "Come sciacalli senza cuore", romanzo ambientato a Castelfranco Veneto

  • Geco ritrovato a Preganziol

  • Grandine a Settecomuni di Preganziol, foto di Dino Vecchiato

Torna su
TrevisoToday è in caricamento