← Tutte le segnalazioni

Eventi

SCUOLA: DAL 21 AL 29 MARZO, MONTEBELLUNA APRE LE PORTE AL MONDO GRAZIE ALL’ASSOCIAZIONE INTERCULTURA

Dal 21 al 29 marzo una delegazione di sette studenti stranieri è ospite presso le famiglie e le scuole superiori del territorio veneto per uno scambio culturale su usi e costumi dal mondo, organizzato dai volontari del Centro locale di Intercultura di Montebelluna e Castelfranco V.to.

Sono sette tra gli 800 studenti provenienti da tutto il mondo, accolti per un anno o sei mesi gratuitamente da una famiglia italiana, che stanno studiando a scuola, imparando non solo la nostra lingua, ma soprattutto la nostra cultura, i nostri usi e i nostri costumi. Si tratta di: Paola dall'Honduras a Matera, Florencia dal Cile a Carbonia-Iglesias, Paola cilena anche lei ospite ad Avezzano, Timeus, dall'Ungheria a Ferrara, Isidora dalla Bosnia a Siracusa, Kristina dalla Svezia a Tivoli-Guidonia e Heyang dalla Cina a Crotone.

Ad accompagnarli saranno degli chaperon molto speciali, i sei studenti stranieri che da settembre stanno vivendo a studiando a Montebelluna e Castelfranco V.to: la Finlandese Veera, il thailandese Photchara, il messicano Andres, il giapponese Daiki, la thailandese Termrak e l'ungherese Sandor.

Un momento di scoperta, per i ragazzi stranieri, del bellissimo teritorio veneto e per la cittadinanza di Montebelluna e Castelfranco un momento di incontro con una panoramica variegata di culture con cui arricchirsi e confrontarsi. E' anche per questo motivo che i ragazzi saranno accolti sabato 28 marzo alle 9.30 nella Sala Consiliare da Marzio Favero, Sindaco di Montebelluna.

Il programma della settimana sarà più che mai vario, alla scoperta delle bellissime cittadine dell'area e delle bellezze paesaggistiche nonché dei luoghi della Grande Guerra.

Martedì 24, giovedì 26, venerdì 27 marzo gli studenti stranieri di Intercultura incontreranno i loro coetanei italiani prima al Liceo A.Veronese di Montebelluna per un'attività intitolata "in viaggio tra le culture", quindi all'Istituto Alberghiero Maffioli di Castelfranco per conoscere e assaporare "La cucina veneta tra tradizione e modernità" e, infine, al Liceo Verdi di Valdobbiadene.

Il programma prevede naturalmente visite approfondite di Venezia, Treviso, Montebelluna, Castelfranco e Valbobbiadene, tappe imprescindibili per ogni straniero che si avventuri in territorio italico. La giornata di mercoledì 25 marzo sarà invece dedicata ai luoghi della Grande Guerra con una passeggiata sui sentieri del Monte Grappa, accompagnati dagli esperti del CAI e dai volontari dell'Associazione Alpini che racconteranno agli studenti la vita dei soldati in trincea durant eil primo conflitto mondiale.

Questo progetto rientra nell'ambito della settimana di scambio promossa dal gruppo di volontari di Montebelluna e Castelfranco V.to dell'Associazione Intercultura, Onlus che dal 1955 è attivamente impegnata all'educazione alla mondialità inviando all'estero ogni anno centinaia di studenti italiani e accogliendone altrettanti in Italia, provenienti da tutti e 5 i continenti. Altre importanti protagoniste di questi "incontri che cambiano il mondo" saranno le famiglie di Montebelluna e Castelfranco V.to che hanno dato la disponibilità a condividere con questi giovani ambasciatori del mondo un po' della propria quotidianità. Saranno loro, grazie alla curiosità di vivere un'esperienza nuova e stimolante, l'elemento principale di arricchimento di questi giorni all'insegna dell'interculturalità, senza il filtro degli stereotipi.

Questa settimana di didattica interculturale darà il via alla nuova campagna di accoglienza anche a Montebelluna e Castelfranco V.to. Infatti i volontari locali sono anche quest'anno alla ricerca di famiglie che accettino la sfida di accogliere il mondo in casa e imparare dalle diversità culturali anche senza spostarsi da casa.

Per ricevere maggiori informazioni sul programma della Settimana di scambio e sulle attività di Intercultura nel Centro locale di Montebelluna è possibile contattare la Responsabile dei programmi di ospitalità Agnese Santin all'indirizzo mail agnesesantin@gmail.com oppure visitare il sito dell'Associazione, all'indirizzo www.intercultura.it

L'Associazione Intercultura Onlus (www.intercultura.it)

L'Associazione Intercultura Onlus (fondata nel 1955) è un ente morale riconosciuto con DPR n. 578/85, posto sotto la tutela del Ministero degli Affari Esteri. Ha status di ONLUS, Organizzazione non lucrativa di utilità sociale, iscritta al registro delle associazioni di volontariato del Lazio: è infatti gestita e amministrata da migliaia di volontari, che hanno scelto di operare nel settore educativo e scolastico, per sensibilizzarlo alla dimensione internazionale. E' presente in 150 città italiane ed in 65 Paesi di tutti i continenti, attraverso la sua affiliazione all'AFS Intercultural Programs e all'EFIL. Ha statuto consultivo all'UNESCO e al Consiglio d'Europa e collabora ad alcuni progetti dell'Unione Europea. Ha rapporti con i nostri Ministeri degli Affari Esteri dell' dell'Istruzione, Università e Ricerca. A Intercultura sono stati assegnati il Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio e il Premio della Solidarietà della Fondazione Italiana per il Volontariato per oltre 40 anni di attività in favore della pace e della conoscenza fra i popoli. L'Associazione promuove e organizza scambi ed esperienze interculturali, inviando ogni anno oltre 1800 ragazzi delle scuole secondarie a vivere e studiare all'estero ed accogliendo nel nostro paese altrettanti giovani di ogni nazione che scelgono di arricchirsi culturalmente trascorrendo un periodo di vita nelle nostre famiglie e nelle nostre scuole. Inoltre Intercultura organizza seminari, conferenze, corsi di formazione e di aggiornamento per Presidi, insegnanti, volontari della propria e di altre associazioni, sugli scambi culturali. Tutto questo per favorire l'incontro e il dialogo tra persone di tradizioni culturali diverse ed aiutarle a comprendersi e a collaborare in modo costruttivo. Nel 2015 Intercultura celebra i 100 anni di AFS, l'organizzazione internazionale di cui è rappresentante in Italia. L'American Field Service (oggi AFS Intercultural Programs) fu fondata in Francia durante la Prima Guerra Mondiale per fornire un servizio di trasporto ai feriti e dopo la seconda guerra mondiale si trasformò nella più grande rete mondiale dedicata agli scambi scolastici internazionali.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
TrevisoToday è in caricamento