Rifiuti: la Provincia di Treviso ancora ai primi posti per la raccolta differenziata

Secondo l'Arpav, la Regione si colloca ai primi posti tra le regioni italiane. A fare la parte del leone è la provincia di Treviso che con un'importante 75% si conferma al primo posto nella classifica regionale della raccolta differenziata

© Wikipedia Express

Ottime notizie sul fronte della raccolta differenziata per la Regione Veneto: secondo infatti gli ultimi dati dell’Osservatorio Regionale dei Rifiuti dell’Arpav, la Regione si colloca ai primi posti tra le regioni italiane. A fare la parte del leone è la provincia di Treviso che con un’importante 75% si conferma al primo posto nella classifica regionale della raccolta differenziata, seguita da Belluno con il 65%, con tutte le altre province, ad eccezione di Venezia (53%), che hanno raggiunto o superato l’obiettivo del 60% fissato per il 2011.


 

Anche per quanto riguarda la produzione e la gestione dei rifiuti urbani la provincia di Treviso è al primo posto con il piccolo comune di Zenson di Piave che ha raggiunto la percentuale più alta (84,42%) tra i comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti; Maser (sempre Treviso) è in testa (con l’85,19%) nella graduatoria dei comuni con popolazione tra i 5.000 e i 15.000 abitanti; Preganziol (Treviso) ha la percentuale più elevata (84,50%) tra i comuni con popolazione compresa tra i 15.000 e i 50.000 abitanti; Rovigo con il 61,24% guida la graduatoria dei comuni con più di 50.000 abitanti. 


 

Il rapporto attesta che nel Veneto si registra un “indice di recupero di materia” (IR) superiore al 58% ovvero si recupera oltre il 58% del rifiuto prodotto. Un dato che deve veramente far riflettere in quando scopo principe del riciclo e proprio quello del recupero. Molto soddisfatto l’assessore regionale all’ambiente Maurizio Conte che afferma in una nota: «sono dati più che positivi, a conferma di un sistema sul territorio che funziona e di una sempre più diffusa sensibilità su questo tema da parte della popolazione che sta dando un contributo fondamentale al corretto recupero dei rifiuti». Anche questa volta il Veneto dimostra di essere la Regione guida nel campo della differenziata, un faro per tutto il Paese: Il raggiungimento, infatti, di questa percentuale consente al Veneto di superare ormai da ben sei anni l’obiettivo del 50% previsto dal Piano regionale e da due anni quello del 60% dalla normativa nazionale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
TrevisoToday è in caricamento