Barbara Pozzobon conquista il titolo nel Grand Prix di nuoto di fondo

Una vittoria ottenuta davanti alle italiane Alice Franco e Martina Grimaldi, conquistati attraverso un percorso costellato di due ori (in Argentina e Macedonia). Decisivo il quarto posto ottenuto ieri nelle acque del Golfo di Napoli

MASERADA SUL PIAVE Era cominciato tutto con una colletta dei concittadini di Maserada sul Piave, per permetterle di andare a gareggiare in Argentina, e si è concluso con il più classico dei lieto fine, come fosse una favola già scritta. Barbara Pozzobon, con il quarto posto conquistato ieri alla 52^ edizione della Maratona del Golfo Capri-Napoli si è laureata ufficialmente campionessa del FINA Open Water Swimming Grand Prix 2017. Una vittoria ottenuta ai punti, 56, davanti alle italiane Alice Franco (49) e Martina Grimaldi (46), conquistati attraverso un percorso costellato di due ori (nella Santa Fè – Coronda, in Argentina, e nell’Ohrid Lake, in Macedonia), un argento (Lac St. Jean, Canada) e infine il decisivo quarto posto ottenuto ieri nelle acque del Golfo di Napoli, agitate al punto da mettere a serio rischio l’impresa della ventitreenne nuotatrice di Hydros. La gara, il cui avvio era previsto alle 10 di mattina, è stata infatti rinviata a causa del persistere delle onde, alte quasi due metri, dapprima alle 11 e poi alle 15, con una modifica radicale del tracciato, ridotto dai 36 km originari a 16 km da percorrere in un circuito ricavato di fronte al lungomare di Mergellina. Un cambio di programma che avrebbe potuto mettere in difficoltà Barbara, abituata a gareggiare su distanze più lunghe, ma che alla fine non ha intaccato un successo che sembrava, appunto, già scritto fin dall’esordio al Grand Prix.

Arrivata a gareggiare in Argentina, lo scorso febbraio, dopo essere stata inizialmente scartata dagli organizzatori della 56 km della Santa Fè – Coronda e quindi riammessa grazie all’intervento della Federnuoto, la Pozzobon era andata a vincere una gara massacrante, dove mai in 43 anni di storia aveva trionfato un’italiana. Dopo l’argento preziosissimo strappato nella gelide acque del Canada e l’oro conquistato in Macedonia, il vantaggio in termini di punteggio accumulato sulle rivali era tale da rendere più che sufficiente ai fini della vittoria finale il quarto posto ottenuto ieri, con un tempo di 4:25:41, dietro alle italiane Ilaria Raimondi (4:13:31) e Alice Franco (04:09:16) e alla brasiliana Ana Marcela Cunha (03:58:43).

Barbara Pozzobon, premiata quest’oggi al Renaissance Naples Hotel Mediterraneo, è la seconda italiana dopo Camilla Frediani di Aniene Nuoto (2009) a vincere il FINA Open Water Swimming Grand Prix, la “coppa del mondo” istituita dalla Federazione internazionale nel 2007 e riservata alle gare superiori ai 15 km, per l’elite dei fondisti da tutto il mondo. Un trionfo che è la ciliegina sulla torta di un 2017 straordinario,impreziosito anche da un argento nella 25 km ai nazionali di Bracciano e dalla partecipazione alle Universiadi di Taipei.

Ad aspettarla, ora, tutto lo staff di Natatorium, la società che gestisce l’impianto di Treviso, dove Barbara si allena da dieci anni, e che insieme ad Arca Nuoto di Oderzo e C.N. Portogruaro forma il team agonismo di USD Hydros. L’appuntamento, in particolare, è previsto per mercoledì 6 settembre, alle ore 15, presso le piscine comunali di Viale Europa, dove Barbara Pozzobon sarà festeggiata da tutta la squadra e dal sindaco Giovanni Manildo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Fondi di caffè: non gettarli, ti sorprenderanno!

Torna su
TrevisoToday è in caricamento