Nuoto, Barbara Pozzobon pronta per il secondo round in Argentina

Dopo la vittoria di domenica alla Santa Fe Coronda, la poliziotta di Hydros alle 19,30 italiane di sabato sarà di nuovo in gara per la 21^ Maratona Acquatica “Città di Rosario”

Secondo round in Argentina per Barbara Pozzobon. Dopo la vittoria, domenica scorsa a Santa Fè, della 45^ Santa Fe Coronda, la nuotatrice delle Fiamme Oro sarà di nuovo in acqua domani a Rosario alle 15,30 locali (19,30 italiane) per la 21^ edizione del Maratón Acuático “Ciudad de Rosario”, seconda tappa del Fina Ultramarathon World Series 2019.

Ancora una volta la poliziotta trevigiana di Usd Hydros sarà l’unica italiana ed europea tra le nove donne in gara, che si sfideranno nelle acque del fiume Paranà (secondo fiume più lungo del Sudamerica) in un circuito a triangolo di 15 km ricavato all’altezza del ponte Rosario-Victoria, tra gli stabilimenti balneari “La Florida” (punto di partenza e di arrivo) e “Rambla Catalunya”. La concorrenza principale per la venticinquenne fondista di Maserada sul Piave verrà dalle atlete argentine, complessivamente sette ai blocchi di partenza, tra le quali spiccano Cecilia Biagioli, già vincitrice un anno fa della Santa Fe Coronda (proprio davanti a Barbara), e Pilar Geijo e Romina Imwinkelried, rispettivamente seconda e terza classificata nella gara di domenica scorsa. Allo stesso modo ricorreranno, tra i maschi, gli italiani Francesco Ghettini (Marina Militare), Simone Ercoli e Edoardo Stochino (Fiamme Oro), protagonisti insieme a Pozzobon dello straordinario poker azzurro nel Rio Coronda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prima di lasciare il capoluogo santafesino per trasferirsi a Rosario, nei giorni scorsi Barbara ha incontrato la comunità veneta locale per portare il saluto della città di Treviso e gli omaggi dell’Amministrazione Comunale, tra cui una bandiera del Leone di San Marco, scambiata, per l’occasione, con la bandiera civile argentina a strisce orizzontali azzurre e bianche. Una responsabilità da ambasciatrice che oggi Barbara onora non solo in qualità di veneta nel mondo, ma anche di campionessa mondiale in carica di nuoto in acque libere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

  • Legato e cosparso di benzina, folle lite in casa: indagano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento