Colpo di mercato dei "Leoni": arriva il nazionale Sarto

Dopo quattro stagioni alle Zebre Rugby, club con cui ha collezionato 55 presenze e messo a segno 35 punti, l'esperienza in Scozia ed in Inghilterra, prima dell'arrivo nella Marca

Leonardo Sarto

Benetton Rugby comunica di aver trovato l’accordo con il giocatore Leonardo Sarto siglando un contratto con scadenza 30 giugno 2020. Nato a Zevio il 15 gennaio 1992, alto 192 cm pesa 93 kg, Leonardo è un prodotto delle giovanili del Petrarca Rugby nelle quali è cresciuto insieme al Leone Tommaso Allan. Ala esplosiva, dotata di un buon cambio di passo che gli permette di irrompere nelle linee difensive avversarie, Sarto ha dalla sua anche una buona esperienza a livello internazionale. Dopo quattro stagioni alle Zebre Rugby, club con cui ha collezionato 55 presenze e messo a segno 35 punti, nel 2016 viene ingaggiato dai Glasgow Warriors (allora campioni in carica del Guinness PRO12, ndr). In Scozia Leonardo si ferma due anni durante i quali mette in mostra le sue qualità nelle 18 gare disputate tra campionato e coppa.

Costretto a fermarsi a causa di un lungo infortunio alla spalla, dopo un mese di prova con la squadra A di Bristol, Sarto lo scorso dicembre firma un contratto di sei mesi con i Leicester Tigers. Leonardo vanta inoltre una lunga trafila anche con la maglia azzurra della Nazionale Italiana. Selezionato dalle diverse nazionali giovanili, il neo acquisto biancoverde ha fatto parte anche dell’Italia 7s. Ad oggi sono 34 i caps con la Nazionale Maggiore con partecipazioni a 3 Sei Nazioni ed un Mondiale.

«Siamo felici di inserire in rosa Leonardo che dopo una stagione travagliata causa infortunio avrà la possibilità di poter ritornare ai livelli che tutti noi conosciamo. Queste settimane di allenamento in gruppo con noi hanno permesso ad entrambe le parti di valutare bene la situazione; affrontiamo questo ingaggio come una sfida: sia noi come club che lui come atleta con l’obiettivo di beneficiarne insieme dei risultati raggiunti»: queste le parole del ds biancoverde Pavanello.

«Venire ad allenarmi qui è nato tutto in maniera casuale e credo sia stato proprio questo il bello. Volevo rimanere in forma ed il Benetton era contento di darmi una mano per farlo. Staff e compagni mi hanno subito accolto e trattato come un giocatore biancoverde a tutti gli effetti, cosa che del resto fanno anche con tutti i permit. Da quel momento ho cominciato a parlare con la società per un proseguo a Treviso e ci siamo subito trovati d’accordo -Il neo acquisto biancoverde ha poi aggiunto- Tre anni all’estero mi hanno permesso di maturare come persona, spero di portare la mia esperienza e di contribuire positivamente in campo durante tutta la stagione. Il calore della tifoseria lo percepisci già durante la settimana perché ci sono sempre diverse persone a seguire gli allenamenti in Ghirada e poi ricordo l’atmosfera a Monigo da avversario e non vedo l’ora di viverla da Leone».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento