Benetton Rugby: Zanni ed Esposito rinnovano il contratto

Nuove conferme per i Leoni trevigiani in vista della prossima stagione. Alessandro Zanni e l’ala Angelo Esposito resteranno a Treviso rispettivamente fino al 30 giugno 2020 e 2021

In vista della prossima stagione sportiva, il Benetton Rugby è lieto di comunicare due nuovi rinnovi di contratto: si tratta del seconda/terza linea Alessandro Zanni e dell’ala Angelo Esposito rispettivamente sino al 30 giugno 2020 e 2021.

Alessandro, nato ad Udine il 31 gennaio 1984, comincia a giocare a rugby nella Leonorso facendo il suo esordio in Serie B con la maglia dell’Udine nel 2003. Dopo due stagioni passa al Calvisano ed allo stesso tempo comincia a farsi conoscere anche a livello internazionale grazie all’allora C.T. dell’Italia Pierre Berbizier che lo convoca in azzurro per i test match di fine anno contro Tonga, Argentina e Figi. Nel 2006 disputa il primo dei suoi 13 Sei Nazioni e nel 2007 prende parte al primo dei 3 Mondiali giocati sinora. Zanni, in azzurro, ha ad oggi collezionato 111 caps. Alessandro nella sua carriera ha fatto anche parte del famoso club ad inviti dei Barbarians. Così il giocatore sul proprio rinnovo di contratto: «Sono contento di aver firmato ancora un anno perché la mia intenzione era quella di continuare a giocare. Penso che ciascun giocatore senta quando arrivi il momento di smettere e per me non è ancora arrivato. Nonostante il mio scarso impiego dal Sei Nazioni in avanti, posso dire di sentirmi bene e di poter dare ancora qualcosa di importante alla squadra. La mia decisione è forse dettata dal fatto che nell’ultima parte della mia carriera ho avuto qualche infortunio di troppo e per cui ho voglia di riscattarmi. Presumibilmente sarà il mio ultimo anno, vivrò questa mia esperienza al massimo come ho sempre fatto, cercando di dare il mio contributo alla squadra per raggiungere quei grandi traguardi che abbiamo dimostrato di poter conquistare».

Esposito, ala capace di ricoprire anche il ruolo di estremo, classe 1993 (187 cm per 90 kg), originario di Casandrino si trasferisce giovanissimo in Veneto con la propria famiglia. Angelo inizia a giocare con il Ruggers Tarvisium, club in cui è cresciuto prima dell’approdo nell’Accademia FIR U18 di Mogliano Veneto nella stagione 2010/2011. Il grande potenziale messo in mostra in quegli anni gli vale la convocazione con l’Italia “A” per prendere parte alla Churchill Cup. Nel settembre 2011 viene ammesso all’Accademia FIR U20 con sede a Tirrenia, selezione della quale è stato anche capitano. Al termine dell’esperienza accademica viene ingaggiato dal Benetton Rugby per confrontarsi con una nuova realtà, quella della competizione celtica. Ad oggi Angelo ha indossato la maglia biancoverde 79 volte. Nel giro azzurro sin dalle giovanili, nel 2013 con l’U20 ha conquistato, da capitano, la Junior World Rugby in Cile e la promozione nel Junior World Championship. Dal 2014 fa stabilmente parte del giro della Nazionale Maggiore con la quale ha disputato 3 Sei Nazioni e diversi test match per un totale di 20 caps. Queste le parole di Esposito: «Ho cominciato questo percorso nel 2012, ricordo ancora come se fosse ieri il mio primo giorno al club. Sono passate diverse stagioni da allora e tanto lavoro è stato fatto in questi anni; per me è un onore continuare a vestire questa maglia e per questo ringrazio il club e lo staff tecnico per aver creduto in me».

«Andiamo a rinnovare i contratti di due ragazzi che nelle ultime stagioni non sono riusciti, a causa di infortuni, ad avere la giusta continuità e che hanno ancora voglia di contribuire agli obiettivi del club mettendo a disposizione il proprio valore e la propria esperienza. Inoltre per entrambi c’è l’obiettivo della Coppa del Mondo, in questa maniera avranno la serenità sportiva per affrontarla e giocarsi sino alla fine le proprie chances. Un ringraziamento speciale va ad Ale per il suo legame e per l’impegno dimostrato per questa società; spero riuscirà a godersi al meglio quest’ultima stagione da giocatore con il raggiungimento di grandi risultati e con la consapevolezza che in futuro per lui potrà profilarsi un percorso sotto altre vesti in questa società» conclude il direttore sportivo Antonio Pavanello.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento