Nasce Bi-Tv: la vita da villaggio arriva a casa tra baby-dance, balli e trick della TVB

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Si chiama Bi-Tv e porta l'emozione della vacanza, specialmente per i più piccoli, nelle case di tutti. A lanciare il progetto è Bi-Holiday, gruppo turistico trevigiano che nell'ultimo anno ha segnato il tetto del milione di presenze nei due villaggi a marchio: il San Francesco di Caorle (Venezia) e il Bi-Village di Fasana, in Croazia. “In questo momento difficile abbiamo voluto dare un segnale: noi ci siamo, anzi, non ce ne siamo mai andati – spiega Ilenia Cherubin, direttore Sales & Marketing, del gruppo Bi-Holiday, ideatrice del progetto con il team Samarcanda – perciò in attesa di aprire abbiamo pensato, in collaborazione a Samarcanda Intrattenimenti, a dei momenti settimanali digital dedicato a chi ogni anno ci sceglie per la vacanza”.

La forza di questa progettualità sta anche nel coinvolgimento delle attività imprenditoriali collegate ad una realtà che vale oltre mezzo milione di presenze a stagione. Imprenditori, commercianti, gestori, responsabili dei servizi hanno voluto esserci per dire insieme ‘noi ci siamo’”. Sul fronte dell'apertura Bi-Holiday sta studiando “nuovi metodi di accoglienza in villaggio in modo da soddisfare le esigenze di tipo sanitario ma anche quelle del buon senso. Questo per testimoniare, in ogni aspetto e con tutta la serietà e professionalità in seno al Gruppo, che la Vacanza deve rimanere un diritto e deve rimanere accessibile. A breve presenteremo le soluzioni che stiamo per mettere in campo” chiude Cherubin. La Bi-Tv nasce con il supporto di Samarcanda Intrattenimenti, la più grande azienda italiana di intrattenimento di animazione e spettacolo per villaggi turistici. “Sicuramente non possiamo essere indifferenti a questa emergenza e stiamo progettando delle nuove regole di ingaggio” spiega Dario Filippi, Presidente del Gruppo Samarcanda.

“Il nostro gruppo di lavoro del projecting sta inventando dei nuovi schemi di intrattenimento che garantiscano maggiore sicurezza nel limitare contatti fisici e rischi di contagio anche a emergenza terminata”. Fa parte del progetto anche la Treviso Basket (che organizza, per i ragazzi, i Camp estivi a Caorle): con staff e giocatori insegnerà on-line alcuni trick con il pallone. Ma cos'è la Bi-TV? È un insieme di video e di tutorial, resi disponibili su You Tube e via social, il cui scopo è quello di ricreare l'atmosfera semplice e giocosa della vita in villaggio. E così, in un ottica di semplicità casalinga, il team di animazione del San Francesco, coordinato dal manager Samarcanda, Davide Cangemi, insegna come fare lavoretti con materiale riciclato, tengono lezioni di origami, spiegano come usare la pasta di sale (la Festa della Mamma è in arrivo); non mancano la baby-dance, favole per tutti, le Tik Tok challenges; e ancora: gli appuntamenti fitness, la danza, gli stage di zumba e yoga, il pilates, giochi per tutta la famiglia.

Sul fronte dell'emergenza Coronavirus Covid-19 il gruppo Bi-Holiday ha donato, per volontà dell'azionista principale, la famiglia Biasuzzi, una somma importante agli ospedali del Veneto; la cifra sarà utilizzata per l'acquisto di ventilatori e attrezzatura sanitaria. Partecipano al progetto: Bi-Holiday, Bi-Booking, Biasuzzi spa, Samarcanda Intrattenimenti, Tamigi snc, Dolce Idea di Vecchies matteo e Bortoletto Elodi & c. Snc, Bettiol d. mattiuzzo a. Snc, Beraldo Nicola, Garden Snc di Divari Jenny & c., Marcuzzo Luca, Focenza Intimo, Farmacia alla Provvidenza di Pietro Rossetto, Hair Land di Bari Antonia, Sport Market di Rigo Pierluigi, Cescoline, Mmp Snc, Tvb Treviso Basket, Castelfranco Basket, Nuova Pallacanestro Treviso.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento