Mercato rossoblù: Patrizia Caccamo è una nuova giocatrice del Permac Vittorio Veneto

“Quest’estate ho attraversato un momento particolare di vita e di carriera, mi ha sfiorato il pensiero di smettere ma dentro di me sentivo non fosse ancora arrivato il momento"

Un colpo di livello assoluto, una giocatrice di indiscutibile valore e comprovato prestigio che il Permac Vittorio Veneto è lieto e onorato di accogliere, ad arricchire la pluridecennale storia sportiva del calcio femminile nella Città della Vittoria. La società rossoblù ha infatti ufficializzato l’arrivo tra le proprie fila di Patrizia Caccamo, attaccante classe 1984 reduce dall’ultima stagione in Massima Serie con le divise di Fiorentina (fino a gennaio) e Mozzanica, autentica top player del panorama italiano con oltre 130 reti realizzate in carriera tra A e B. La giocatrice siciliana ha scelto di indossare anche a Vittorio Veneto la propria amata casacca numero 19.

Nel suo curriculum, oltre ai numerosi riconoscimenti personali, il double Scudetto e Coppa Italia nell’annata 2016-17 con la maglia della Fiorentina, oltre alla Supercoppa nella stagione successiva sempre con la maglia della Viola. Protagonista anche in Azzurro con la maglia della Nazionale, Patrizia ha aggiunto quest’estate alla propria collezione di allori il titolo di Campionessa Italiana di Beach Soccer con i colori della Sambenedettese.

Queste le sue prime parole dopo la scelta di sposare la causa rossoblù: “Quest’estate ho attraversato un momento particolare della mia vita e della mia carriera, mi ha sfiorato il pensiero di smettere ma dentro di me sentivo non fosse ancora arrivato il momento. La mia decisione è arrivata in primis grazie all’amicizia e al massimo rispetto per il DS Marco Partata: mi ha cercato con insistenza, mi ha fatto sentire al centro del progetto sin dai primissimi contatti. La società si sta impegnando al massimo per me e non posso che ringraziarli sin da ora. Da quest’esperienza chiedo serenità e divertimento e penso che il Vittorio Veneto sia la squadra giusta per vivere queste sensazioni". Una promessa ai tifosi rossoblù, in attesa di ammirarti sul glorioso prato verde del Barison? "Sicuramente quello che so fare e ho sempre fatto: tanti gol e assist".

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: direttore dell'Interspar perde la vita a 41 anni

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

  • Cane abbandonato sotto il ponte di Segusino: trovato il proprietario

  • Infarto fatale, panettiere stroncato a soli 48 anni

I più letti della settimana

  • Schianto fatale tra moto e camion: muore un centauro di 27 anni

  • Malattia incurabile: direttore dell'Interspar perde la vita a 41 anni

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: disperso un 23enne

  • Esce a tagliare l'erba: operaio del Comune trovato morto in strada

  • Jesolo: trovato senza vita il ragazzo disperso in mare

  • Malore improvviso alla guida, auto si ribalta: marito e moglie in ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento