Calcio femminile: Villorba e Belluno in campo per la Lilt

Domenica 10 novembre il tumore al seno si combatte con la prevenzione, giocando d’anticipo. Prima dell'inizio della partita sarà organizzato uno speciale flash-mob

Domenica 10 novembre alle 14 allo stadio comunale di Villorba scenderanno in campo le squadre di Calcio Femminile di Villorba e di Belluno per una gara ufficiale del Campionato Eccellenza e come iniziativa per la raccolta fondi pro Lilt Treviso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La partita, che sarà anticipata da un flash mob che stupirà il pubblico presente nelle tribune dello stadio, è quella conclusiva del ciclo di incontri sportivi che ha visto coinvolte oltre 70 giocatrici di 6 squadre di calcio femminile di serie B, C, e D, le stesse atlete che hanno partecipato al video “Gioca d’anticipo scendi in campo con la prevenzione”. Il video social è parte integrante del progetto di sensibilizzazione per combattere con la prevenzione il cancro al seno ed è stato realizzato e sostenuto del Gruppo Centro di Medicina in collaborazione con le Lilt provinciali di Ferrara, Padova, Treviso, Venezia, Vicenza, e con il patrocinio di diversi Comuni, tra cui quello di VIllorba. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bar presi d'assalto, Zaia furioso: «Se continua così chiudo tutto»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Madre di un figlio di 11 anni muore dopo una lunga malattia

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento