Coppa San Vito: arriva la prima da Tricolore per Gianluca Milani (Zalf)

Il finale a due sorride ai colori trevigiani, secondo poi Giacobazzi (Cycling Team Friuli) e terzo posto per Rocchetti (Zalf)

Milani e Giacobazzi

CASTELFRANCO VENETO Finale a due sul traguardo di San Vito al Tagliamento (Pn) dove a decidere l'edizione 2015 della Coppa San Vito, scattata da Valvasone, è stata una fuga a cinque. Dopo una prima ora scivolata via ad oltre 50 km/h di media, infatti, ad una trentina di chilometri dal traguardo sono Gianluca Milani e Filippo Rocchetti (Zalf Euromobil Désirée Fior), Roberto Giacobazzi (Cycling Team Friuli), Giacomo Gallio (Event Soullimit) e Alessandro Pessot (Selle Italia) a prendere il largo con decisioni.

Alle loro spalle il gruppo è costretto ben presto ad alzare bandiera bianca con il vantaggio dei battistrada che sale vertiginosamente sino a sfiorare i tre minuti; negli ultimi quindici chilometri in testa alla corsa si spezza l'accordo e iniziano gli scatti con il modenese Roberto Giacobazzi che prova a più riprese a sorprendere i compagni d'avventura. L'allungo decisivo arriva a poco più di un chilometro dal traguardo con Milani e Giacobazzi che si involano verso la fettuccia bianca dove Milani regola nettamente il rivale allo sprint andando a cogliere la terza affermazione stagionale, la prima con la maglia tricolore conquistata un mese fa a Cesa (Ar). "Non vedevo l'ora di bagnare questa maglia con lo spumante della vittoria e in queste settimane ci sono andato vicino molte volte ma c'era sempre qualcuno che mi precedeva" ha spiegato al termine della corsa Gianluca Milani "Oggi dopo un avvio molto veloce siamo riusciti a prendere il largo in cinque e ho capito che poteva essere la volta buona. Negli ultimi chilometri Giacobazzi ci ha provato più volte, io ho provato a sorprendere tutti in contropiede ed è andata bene".

"I ragazzi hanno offerto un'ottima prestazione anche stavolta. Nonostante la caduta nei primi chilometri di Fabbro, che fortunatamente non ha riportato gravi conseguenze, la squadra ha risposto bene essendo presente in tutti i tentativi di fuga" ha commentato il ds del Cycling Team Friuli Andrea Fusaz "Giacobazzi è stato il più coraggioso tra i battistrada ma, purtroppo, ha trovato sulla sua strada un Milani più veloce allo sprint. Questo, comunque, è lo spirito giusto con cui affronteremo anche le sfide in programma alla Vicenza-Bionde e martedì a San Daniele del Friuli". Quella di San Vito al Tagliamento (Pn) è comunque la 48^ vittoria stagionale per la Zalf Euromobil Désirée Fior che domenica sarà in gara anche lei nella 15^ Vicenza-Bionde e che tornerà sulle strade friulane martedì in occasione della 78^ Coppa Città di San Daniele in programma a San Daniele del Friuli (Ud).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio a Silea, morto imprenditore 63enne: a sparargli il suocero novantunenne

  • Cronaca

    Canoista si cappotta sul Sile: lei nuota a riva, ma la canoa la recuperano i pompieri

  • Cronaca

    Settantreenne scompare da casa: il corpo ricompare in un canale dopo alcuni giorni

  • Cronaca

    Malore improvviso lo coglie mentre guida: lui accosta e poi muore a soli 69 anni

I più letti della settimana

  • Ultraleggero precipita e si schianta contro una casa, due morti

  • Male incurabile, mamma di 34 anni stroncata da un cancro al pancreas

  • Il Giro d'Italia arriva a Treviso: scuole chiuse in città

  • Accusato di aver stuprato una 15enne in discoteca, una foto lo scagiona

  • Omicidio a Silea, morto imprenditore 63enne: a sparargli il suocero novantunenne

  • Nessun giovane vuole il lavoro, la piscina assume un pensionato

Torna su
TrevisoToday è in caricamento