Coronavirus, per Cetilar Racing niente 1000 Miglia di Sebring ma donazione alla sanità

Tutto il budget risparmiato per la trasferta americana verrà devoluto interamente al sistema sanitario italiano grazie a PharmaNutra del pilota Roberto Lacorte

Il team Cetilar Racing si ferma assieme al Mondiale FIA WEC e lo fa mettendo davanti a tutto il senso di responsabilità, in un momento in cui il proprio paese sta affrontando una reale situazione di emergenza sanitaria. La squadra “all made in Italy” aveva già deciso di non prendere parte alla 1000 Miglia di Sebring, sesto degli otto appuntamenti del calendario del FIA WEC 2019/2020, inizialmente in programma sul circuito della Florida il prossimo 20 marzo, pur avendo già in luogo la propria Dallara LMP2 n.47 ed inviato direttamente da Austin (dove a fine febbraio aveva preso parte alla 6 Ore del COTA/Lone Star Le Mans) tutta l’attrezzatura.

La decisione degli organizzatori di cancellare l’evento per il problema legato all’espandersi del COVID-19 anche negli Stati Uniti e la relativa cancellazione di molti voli in arrivo dall’Europa, rispecchia dunque il pensiero della squadra stessa. Tutto il budget risparmiato per la trasferta americana verrà devoluto interamente al sistema sanitario italiano, duramente provato da questi giorni di emergenza, attraverso la rete di contatti dell’azienda farmaceutica PharmaNutra di cui Roberto Lacorte, pilota e promotore di Cetilar Racing, è Vicepresidente e fondatore assieme al fratello Andrea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Tenendo la nostra #47 ai box volevamo già trasmettere un messaggio di responsabilità e solidarietà nei confronti di tutte le persone che stanno lottando per rallentare la diffusione del COVID-19 sul territorio italiano ed evitare che il Sistema Sanitario Nazionale collassi – ha spiegato Lacorte – Lo sport è importante, ma in questo momento le priorità sono altre. Ci vuole buonsenso da parte di tutti e per chi può farlo, come la nostra azienda, sono necessarie concrete azioni di soccorso: solo così passeremo indenni questo periodo e torneremo più forti”. Per rivedere in pista la DallaraLMP2n.47 di Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchibisognerà attendere il successivo round di Spa-Francorchamps del 24 e 25 aprile, quello che precederà l’appuntamento clou della 24 Ore di Le Mans in calendario a metà giugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Misteriosa scia luminosa solca i cieli tra le province di Treviso e Venezia

  • Finisce in acqua mentre gioca in giardino, bimba di due anni muore annegata

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Scopre agricoltore che sversa liquami nel fosso: viene preso a martellate

  • Sparisce di casa andando a fare la spesa: ritrovato nella notte

Torna su
TrevisoToday è in caricamento