Moohrun 6 rinviata a domenica 1 novembre a causa del Coronavirus

Nel frattempo domenica 5 aprile è in programma la #aroundtable, una corsa di 500 metri tra le mura domestiche con regole tanto rigide quanto demenziali

L’annuncio è arrivato qualche giorno fa attraverso un goliardico video pubblicato sui social network, in perfetto stile “La Butto in Vacca”: la MoohRun® 6 è rimandata a domenica 1 novembre. La sesta edizione della corsa benefica si sarebbe dovuta disputare il 19 aprile, ma l’attuale emergenza sanitaria ha imposto a organizzatori e amministrazione comunale l’inevitabile rinvio. «È una decisione sofferta – dicono dal direttivo - avevamo già raggiunto i 1000 iscritti, si profilava un nuovo sold-out e avevamo preparato un’edizione molto divertente, ricca di novità e sorprese. Ma non si tratta di un annullamento, solo di un rinvio!»

I sistemi di iscrizione online, infatti, saranno aggiornati nelle prossime ore, mentre per le t-shirt - garantite per i primi 2.300 iscritti – gli organizzatori hanno partorito l’ennesima idea: «Abbiamo proclamato la “T- SHIRT in SOSPESO”, ricalcando l’istituzione napoletana “’O Cafè Suspiso”. Insomma, basta armarsi di un po’ di pazienza, e tutto il pacchetto di divertimento, sport e beneficenza verrà riproposto in autunno nelle medesime soluzioni logistico-organizzative inizialmente previste per il 19 aprile».

Restano garantite dunque anche le quote di beneficenza destinate a quattro Onlus impegnate ogni giorno sui territori: Una mano per un sorriso - For children, Associazione Per Mio Figlio Onlus di Treviso, Un cuore per Tutti Onlus di Marghera e Dynamo Camp di Pistoia. L’obiettivo dichiarato per il 2020 è di consegnare loro 8.000,00 €. «Possiamo rinnovare l’impegno grazie al sostegno delle nostre aziende sponsor, che hanno prontamente confermato il loro contributo pur con la variazione di data, dimostrando che le persone valgono più dell’aspetto commerciale. Anche per loro è un momento estremamente delicato: il loro appoggio ci commuove, a loro va un grazie di cuore per esserci sempre, ci rendono fiduciosi e positivi verso il futuro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, sui canali social dell’associazione “La Butto in Vacca”, volontari e promotori continuano a proporre iniziative positive, aiutando amici e appassionati a passare il tempo in casa, attraverso il lancio di challenge sempre più arditi e spiritosi: domenica 5 aprile è in programma la #aroundtable, una corsa di 500 metri tra le mura domestiche con regole tanto rigide quanto demenziali, per il fine settimana successivo sono fissati corsi e training online, mentre qualcuno il 1° aprile ha già annunciato l’imminente organizzazione della prima Naked Run italiana (una corsa podistica tra concorrenti impudentemente nudi), ma potrebbe essersi trattato del classico pesce d’aprile. Non resta che sintonizzarsi sulle pagine di La Butto in Vacca A.S.D. per rimanere sempre aggiornati e per farsi qualche risata rigenerante in un momento difficile per tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Laurea in Medicina a Treviso: Governo impugna la legge del Veneto

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Apre a Oderzo il Würth Store, negozio con oltre 5 mila prodotti professionali

  • A 25 anni rileva un ristorante e apre una pizzeria per giovani e famiglie

  • Ricerche sui terremoti, trevigiano premiato dall’ETH di Zurigo

  • Malore fatale mentre è a casa dell'amico, muore a 23 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento