Pallavolo: un'altra annata da ricordare per Energym Bremas

Una stagione nel segno dello sport ma anche dell'impegno nella lotta alla sindrome di Pitt Hopkins. Le squadre della società sono tutte nei campionati d'eccellenza del Veneto

Anche nel 2018, come del resto in tutti gli ultimi anni, la società sportiva Energym Bremas di Breda e Maserada ha portato le sue squadre giovanili ai campionati d’Eccellenza,

In provincia di Treviso con le Under 12-13-14, a cui si sono unite le nuove collaborazioni con il volley Spresiano ed il volley Fontane con  l’Under 16 e 18 e poi  in provincia di Venezia grazie alla collaborazione con Union Volley Jesolo Under 16 e 18. Squadre che volano nell’élite della pallavolo provinciale per poi affacciarsi al panorama regionale e nazionale. Questo importate risultato arriva dopo un lavoro capillare che  la società trevigiana, negli ultimi anni, ha puntato al timone dei vari gruppi tecnici di spessore sempre più qualificati. Da sottolineare che anche nell’S3 (ex mini volley) le squadre Bremas primeggiano nei vari concentramenti. Dallo scorso anno l’Energym Bremas insieme all’Union Volley con il progetto Sea stars è diventata il settore giovanile della Pomì di Casalmaggiore ed è arrivato dal club Italia come direttore tecnico il coach Cristiano Lucchi a dare ancora più prestigio a questo importante progetto, infatti sono tantissime le richieste di nuove atlete che vogliono vestire la maglia del Bremas. Un progetto importante, oltre a quello sportivo, è quello di essere testimonial al sostegno della Sindrome di Pitt Hopkins (una malattia molto rara con 20 casi in Italia),e le leonesse della Tomasoni Bremas capolista della serie C  indossano la maglia con il logo dell’associazione nazionale ,consegnata ufficialmente da un’ atleta colpita da questa sindrome Melissa Zuffogrosso durante la gara di campionato lo scorso 22 dicembre.

Da non dimenticare il progetto del Sitting volley che per quest’anno prevede anche una squadra giovanile oltre che Senior, sempre insieme al volley Fontane e al volley Spresiano. «Insomma c’è tanto da lavorare per essere sempre più competitivi e per poter portare la società alla ribalta nazionale ma siamo un gruppo sempre più unito e coeso e questo ci fa divertire con tanta passione» dichiara felice ed entusiasta il presidente Roberto Conti, responsabile di una grossa impresa del territorio, e con tanta dedizione  nella pallavolo continua a costruire il futuro di questa associazione sempre più in crescita.

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • Prostitute a casa dei clienti, 200 euro a prestazione: tra le squillo anche una minorenne

  • Carambola tra cinque auto e un camion sulla Feltrina, quattro feriti

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento