Eroica 15-18 Marathon: superato quota 1.700 iscritti. Tra gli “eroi” Gemma, Bigi, Cadorin e Salvador

Percorso rinnovato con partenza dal Viale della Vittoria, in centro a Vittorio Veneto, e poi il tracciato si spingerà nei Comuni di Cappella Maggiore e Sarmede

VITTORIO VENETO A più di un mese dall’evento sportivo che renderà omaggio al Centenario della Grande Guerra, sono già oltre 1.700 gli iscritti a Eroica 15-18 Marathon, la maratona che partendo da Vittorio Veneto il 18 marzo toccherà quindi i più significativi luoghi legati al primo conflitto mondiale. Tra gli “eroi” che hanno deciso di correre i 42.195 metri con dislivello di 600 metri ci sono gli ultra-maratoneti Lorenzo Gemma, Luigi Bigi, Edi Cadorin e Maria Salvador. La partenza, dal Viale della Vittoria in centro a Vittorio Veneto, è alle 9: gli “eroi” percorreranno il tracciato che si snoda tra Vittorio Veneto e la Vallata, attraversando i Comuni di Revine Lago, Tarzo, Cison di Valmarino e Follina, immergendosi nelle colline candidate a patrimonio Unesco, potendo godere di scorci naturalistici e storici unici, e toccando i luoghi in cui si è fatta la storia.

LE ISCRIZIONI. Ad inizio 2018, dopo che il Ministro dello Sport Luca Lotti ha tenuto a battesimo la presentazione ufficiale di Eroica 15-18 Marathon, le iscrizioni alla maratona hanno registrato un’impennata, superando ora quota 1.700. Tra i maratoneti, un 20% arriverà da paesi esteri: da Austria, Germania, Croazia, San Marino, Gran Bretagna, Spagna e Stati Uniti d’America. Tra i gruppi, il più numeroso ad oggi è il “Club Super Marathon Italia” con 50 iscritti.

GLI EROI. Tra gli “eroi”, così sono stati ribattezzati gli iscritti all’Eroica 15-18 Marathon, ci sono super maratoneti, atleti che hanno corso centinaia di maratone e che hanno deciso di esserci a questo evento unico. C’è Lorenzo Gemma, classe 1954 che vanta ben 769 maratone e ultra-maratone certificate. E poi Luciano Bigi, classe 1955 che a fine 2017 ha toccato quota 505 maratone e ultra-maratone tutte certificate. In campo femminile, tra le super maratonete ci saranno la trevigiana Edi Cadorin, maratoneta dell’Atletica Mareno che in curriculum vanta 220 maratone e ultra-maratone corse, e Maria Salvador di Tarzo con all’attivo 75 maratone. Tutti e quattro fanno parte del “Club Super Marathon Italia”.

HALF-MARATHON. Sempre domenica 18 marzo, con start alle 9.30, si correrà la 5^ Maratonina della Vittoria, ribattezzata per l’occasione Eroica 15-18 Half Marathon. Rinnovato il tracciato: partenza in questa edizione 2018 dal viale della Vittoria, in centro a Vittorio Veneto, per poi spingersi nei Comuni di Cappella Maggiore e Sarmede e ritorno a Vittorio Veneto. Le iscrizioni hanno raggiunto quota 700 ad oggi, superando dunque ad un mese dall’evento gli iscritti della passata edizione. Alla regia di Eroica 15-18 c’è il Comitato Maratonina della Vittoria composto da Scuola di Maratona Vittorio Veneto, Vittorio Atletica e Atletica Vittorio Veneto, tre società di atletica insieme per far screscere anche sotto il profilo sportivo la Città della Vittoria.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    L'ultimo blitz del piromane prima dell'arresto: "Si sentiva invincibile"

  • Attualità

    Lavori lungo la ferrovia: il Comune toglie i limiti acustici, disagi in arrivo per i residenti

  • Cronaca

    Aereo di linea perde i contatti, decollano due caccia dalla base di Istrana

  • Attualità

    Terreno vitato: venduta alla cifra record di 370 mila euro l’uva prodotta

I più letti della settimana

  • Elicottero precipita al suolo: muore 41enne

  • Tragico schianto nella notte, auto contro un muro: muore un 19enne

  • Prima scrive un biglietto alla famiglia, poi si suicida in casa: a trovare il corpo la figlia

  • Suoni di Marca, ecco tutto il programma della 28ima edizione

  • Eredita l'azienda dal padre ma in pochi mesi è sfrattato: suicida un imprenditore 24enne

  • La furia del maltempo colpisce ancora: alberi sradicati e allagamenti nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento