L'azienda vittoriese Falmec rinnova la sua partnership con il pilota Andrea Fontana

Il brand trevigiano, leader nella produzione di cappe aspiranti, sarà sponsor della Lamborghini Huracàn GT3 del team Imperiale Racing nell'International GT Open 2017

VITTORIO VENETO Falmec, brand leader nella produzione di cappe aspiranti, si riconferma partner del pilota Andrea Fontana per la stagione 2017 dell’International GT Open, in cui il driver bellunese gareggia con la Lamborghini Huracàn GT3 del team Imperiale Racing. Nella quarta tappa della competizione, disputata i primi di luglio sul circuito dell’Hungaroring, in Ungheria, il giovane pilota si è aggiudicato un ottimo terzo posto. La collaborazione tra l’azienda di Vittorio Veneto e Andrea Fontana risale allo scorso anno, in occasione della Finale Mondiale Lamborghini Super Trofeo, in cui il pilota è riuscito a conquistare il gradino più alto del podio.

“È un onore per me continuare a essere sostenuto da una realtà vincente nel territorio e nel mondo come Falmec - ha dichiarato Fontana - devo ringraziare di cuore Danilo con i due figli Andrea e Lorenzo e il fratello Maurizio, per avermi fatto entrare nella loro famiglia e dandomi quindi la possibilità di continuare in questo progetto che per me rappresenta un sogno fin da quando ho iniziato a 7 anni. Ero solo un bambino all'epoca, ma avevo le idee chiare su quale volessi fosse il mio futuro e ho fatto molti sacrifici per riuscire ad arrivare fino a qui, ma sono pronto a farne molti altri sempre con il sorriso per portare me ed i miei partners sul tetto del mondo un'altra volta, proprio come quando lo scorso anno a Valencia abbiamo festeggiato sotto al podio. È stato un piacere condividere con loro il ricordo più bello della mia carriera sportiva, ma sono sicuro che ne raggiungeremo molti altri insieme!".

unnamedf-8-35

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento