Fighters Before Christmas, le stelle del ring brillano alla Zoppas Arena

Evento a dir poco fuori dal comune quello andato in scena a Conegliano nei giorni scorsi. Una serata dedicata agli sport di combattimento piena di giovani atleti e grandi campioni

L'associazione sportiva Free Sport & Movement 1986 di Conegliano è riuscita a portare nella terra del Prosecco grandi campioni da tutta Italia e dalla Francia per un Gran Galà di sport da combattimento che non ha mancato di attirare l'attenzione di professionisti ed appassionati del settore.

"Fighters before Christmas" è stato un evento più unico che raro per una realtà che di arti marziali ha visto molto poco ed investe forse anche meno avendo già eccellenze in altri settori sportivi, che lasciano agli altri poche briciole. Ma per l'organizzazione guidata dal maestro Soraci quelle briciole sono bastate per far scalpore, Unica pecca della serata è stata la scarsità di pubblico, cosa che ha stupito tanto gli sponsor quanto gli ospiti d'onore come il campione mondiale della boxe Giacobbe Fragomeni. Proprio il celebre campione è stato la rivelazione della serata, con la sua simpatia è spontaneamente diventato il secondo presentatore e commentatore della serata, accompagnando lo speaker (Ivan Brescacin, in sostituzione di Sonia De Biase che non ha partecipato e della quale purtroppo non siamo riusciti ad avere alcuna notizia) con scherzi, battute e commenti ai match, mostrando tutta la notevole esperienza nel settore sportivo. Ad aprire la serata gli esordi dei bambini nella Boxe Light (settore a contatto leggero aperto dal responsabile CSEN per il veneto Santi Soraci) e nella Kick Boxing Light, intervallati dagli spettacoli delle scuole di danza Espressione Danza di Conegliano, Dance City di San Vendemiano e Arabesque di Cordignano. La serata è poi continuata salendo progressivamente di età e professionismo, anche per quanto riguarda gli spettacoli; la beatbox del trio Powerdrums e la zumba di Diverty Fitness di Conegliano e un breve intervento dei “trappisti” (nuovo genere musicale tra rap ed hip-hop) di JackDrite.

ring-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tornando agli incontri, numerosi ed avvincenti sono stati i match degli aspiranti professionisti, siamo certi che molti dei loro nomi inizieremo a sentirli spesso! Ma a lasciare col fiato sospeso sono stati i pro ed i semi-pro. Ivan Bertazzon (Fight Club Italia) è riuscito a difendere il titolo nazionale CSEN di Semi-Contact contro un agguerritissimo Michele Mori (All Style Combact di Udine). Per il Trofeo Nazionale CSEN di K1 Annemarie Turcin del Team Canova ha sconfitto per KO Tecnico Ilia Valmarana del Team Scorpio di Venezia. Michele Goldin del Team Satori di Padova ha vinto il cinturone di Campione Nazionale CSEN di K1 contro Davide Lioci del team Soraci, nonostante la sua feroce resistenza lo abbia messo a durissima prova. Yao Agbetiafa del Team Satori di Gorizia, dopo una lunga e appassionante contesa, ha vinto il Titolo Intercontinentale di K1 della IAKSA aggiudicandosi il Cinturone contro l'atleta francese Recio Anthony del Team Greg Tony di Draguignan, accompagnato dal celebre pluri-campione Cedric Castagna in veste di coach. L'ultimo match è stato forse il più particolare, con il tradizionale sottofondo musicale: é stata una sfida “all'ultimo gomito” di Muay Thai nel silenzio rapito del pubblico circostante interrotto solo dal tifo dei sostenitori. Ginsari Nicolae (Team Canova) è riuscito a sconfiggere il francese Gerard Moro (Nak Muay Gym di Cannes), aggiudicandosi il Titolo Intercontinentale WTKA Muay Thai e il Cinturone. Match così avvincente che in molti si aspettavano un verdetto di parità con extra round. L'organizzazione si sente di ringraziare tutti i partecipanti, a cominciare dal pubblico che ha dato sostegno con il suo contributo senza il quale nulla sarebbe stato possibile; giudici e arbitri per la loro professionalità e bravura; grazie a tutti i membri della security ed ai volenterosi che ci hanno aiutato coi lavori; un grazie speciale alla Croce Rossa che sempre è disponibile a sostenere questo genere di eventi. Ringraziamo l'ente di promozione CSEN tramite la persona di Giancarlo Mallia (responsabile della sezione di Treviso) che come sempre ha reso possibile l'evento grazie al suo supporto. Tra le istituzioni ringraziamo Luca Zaia per averci accordato il patrocinio della Regione, il comune di Conegliano per il patrocinio comunale e l'assessore alle politiche sportive del comune di San Fior Luigi Tonetto, nostro gran sostenitore che anche questa volta ha trovato il tempo per partecipare alla serata. Il presidente dell'A.S.D. Free Sport and Movement 1986 ringrazia personalmente il suo staff che ha lavorato instancabilmente alla realizzazione dell'evento senza risparmiare fatica e sonno: Ivan Brescacin, Chiara Innocenti, Marco Melis e Marco Fantuzzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercato troppo affollato, scatta la chiusura per cinque giorni

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • Coronavirus: sette morti nella Marca, cinquanta in terapia intensiva

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

  • Istruttore del Cai e lavoratore in cantina: Samuele muore a 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento