Finali di C5 femminile dei giochi studenteschi: il Maserada conquista il terzo posto

Le ragazze salgono sul podio insieme al Cordignano classificato al secondo posto e al Preganziol, classificatosi al 1^ posto vincendo tutte le gare

MASERADA SUL PIAVE Grande successo per l'I.C.di Maserada sul Piave che si classifica al 3° posto nelle finali di C5 femminile dei giochi studenteschi. Una grande soddisfazione visto che nessuna delle giocatrici pratica calcio, ma frequentano tutte corsi di pallavolo e qualche ragazza addirittura non pratica nessuna disciplina. Le ragazze di Maserada salgono così sul podio insieme al Cordignano classificato al secondo posto e al Preganziol, classificatosi al 1^ posto vincendo tutte le gare, che rappresenterà Treviso alle finali Regionali. Quarto posto invece per Castelfranco e quinto per Montebelluna.

La manifestazione si è tenuta nella bellissima location dei centri sportivi del club 82 (ex Zambon) a Treviso. "Dopo tante attività sostenute in quest'anno scolastico, ci godiamo questo bellissimo successo" ci racconta molto felice il prof. Balzano Vincenzo: "Sono molto contento per queste alunne che si sono messe in gioco ed in pochissimo lezioni hanno appreso i fondamentali del calcio a 5. Un ringraziamento và di sicuro alla segreteria che ha preparato tutti gli incartamenti necessari per farci partecipare ed alla Dirigente scolastica dott.ssa Bortoletto che ci ha dato la possibilità di partecipare a tutti gli sport che l'ufficio scolastico territoriale ci proponeva". Il prof. Balzano Vincenzo era alla sua sesta finale provinciale e ha partecipato anche a 4 finali regionali ed a due  finali nazionali, davvero tra i pù veterani  dei professori  nel calcio a 5 della Marca. Da ricordare anche l'ex alunna Coghetto Giovanna che aveva partecipato ai giochi di calcio a 5 femminile e da qualche mese è stata convocata in Nazionale italiana di calcio U.16, davvero un risultato prestigioso per tutto l'ambiente oltre che personale.

L'I.C. di Maserada si candida tra gli istituti trevigiani che propongono tante discipline sportive. L'esperienza motoria è indispensabile ed insostituibile, specie nel bambino, per uno sviluppo armonico della personalità e il miglior approccio che egli ha per aprirsi al mondo attraverso il movimento è il gioco. Giocare mette in moto tutte le strutture che portano al pensiero intelligente, aiuta l'integrazione, pone il bambino in condizione di esprimere le proprie potenzialità e comunicare attraverso il linguaggio del corpo. L'attività motoria e lo sport permettono al ragazzo di apprendere informazioni e concetti in modo giocoso e quindi efficace. Si può così ottenere uno sviluppo globale che investe anche la sfera psichica, incrementando ed espandendo le sue conoscenze di vita:maturare un'esperienza di vita socializzante, imparare a rispettare gli impegni, prendere coscienza delle proprie potenzialità, ma anche superare le paure, provare emozioni, misurarsi agonisticamente con i propri coetanei, imparare ad organizzare il proprio tempo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento