Gaiarine San Fior: presentata al pubblico la partenza trevigiana del Giro Rosa 2016

Modificato il percorso del 2 luglio: niente più Mattonà (causa lavori), ma Canalet. Inizierà poi tutto da Gaiarine l'1 luglio con un cronoprologo notturno di 2 chilometri

Un'immagine dalla presentazione (Credit Bolgan)

GAIARINE Alla presenza dei sindaci e degli amministratori del territorio, è stata presentata martedì sera presso la sala polifunzionale del Comune di San Fior la partenza del Giro Rosa 2016. Gaiarine e San Fior si apprestano ad accogliere le atlete professioniste attraverso due eventi che verranno dedicati alla ciclista veneziana Chiara Pierobon, scomparsa lo scorso anno. In sala oltre al direttore sportivo della squadra per la quale correva Chiara, c'erano pure i genitori che sono stati a lungo applauditi. Il sindaco di San Fior Gastone Martorel, durante il suo intervento ha rimarcato l'importanza dell'investire sulle donne, sul Giro Rosa per valorizzare sia le atlete ma anche i territori.

"Dobbiamo pensare alla promozione facendo squadra - ha detto Martorel - Bisogna cominciare a creare azioni per avere maggiore visibilità. Solo così possiamo attrarre i turisti". "I sindaci della sinistra piave, hanno subito risposto all'appello - ha spiegato il sindaco di San Fior - concedendo il patrocinio all'iniziativa e aiutando in toto l'organizzazione, così ha fatto anche la Regione del Veneto." Le amministrazioni se vengono "toccate nel modo giusto rispondono positivamente" ha dichiarato il patron del Giro Rosa Giuseppe Rivolta, che ha proseguito dicendo "non esiste ciclismo femminile e ciclismo maschile ma solo un ciclismo e pian piano tutti lo stanno capendo". Il Giro Rosa "è diventata la corsa più importante al mondo entrando nel World Tour. Questo è il momento giusto per far conoscere i territori. Ringrazio tutti - ha chiuso Rivolta - perchè qui mi sento a casa". Il presidente del comitato regionale FCI Raffaele Carlesso da San Fior ha ribadito "che il Giro Rosa sta pian piano avendo la visibilità che gli spetta e in Veneto, nella provincia di Treviso, ha trovato un terreno fertile".


LE TAPPE TREVIGIANE
Se il 30 giugno, presso Piazza Marconi a San Fior si terrà la presentazione ufficiale delle squadre che parteciperanno al Giro Rosa, la manifestazione ciclistica inizierà il primo luglio da Gaiarine in notturna con un crono-prologo da 2 km. La prima tappa vera e propria del Giro Rosa sarà la Gaiarine-San Fior, di 104 km, che si snoderà attorno la sinistra piave e le prealpi trevigiane. Dopo lo start dall'azienda Cappellotto di Gaiarine, le atlete attraverseranno Godega di S. Urbano, Orsago, Cordignano poi torneranno a Godega, faranno tre passaggi a San Fior di Sotto (presso l'arrivo di fronte al ristorante Calinferno) per poi iniziare l'ultimo giro, quello più duro. Da Conegliano si salirà verso Tarzo, si scenderà poi a Revine, si toccherà Vittorio Veneto, Cappella Maggiore e si raggiungerà l'ascesa del Canalet (che andrà a sostiure quella del Mattonà che sarà chiusa per lavori).

A Montaner di Sarmede ci sarà il GPM di II categoria, seguirà la discesa verso Rugolo per giungere a Cappella Maggiore e Colle Umberto dove verranno percorse le strade della maglia d'oro Ottavio Bottecchia. L'ultimo strappo è appunto il Calvario poi per 8 km sarà tutta discesa fino all'arrivo a San Fior di Sotto. "Sarà una tappa meno dura rispetto allo scorso anno, ma comunque selettiva - ha commentato il presidente del Comitato Tappa Sergio Leiballi". "Ci aspetta una grande festa ha ribadito Luigi Cappellotto, fratello di Mario, Sindaco di Gaiarine". "Sono sicuro che saranno tre giornate di grande sport", questo invece il commento del presidente FCI di Treviso Ivano Corbanese.
 

LE RIPERCUSSIONI POSITIVE SUL TERRITORIO
Il Giro Rosa fa 'girare' l'economia di Marca. Gli introiti generati dalla sosta delle atlete e di tutti gli addetti ai lavori raggiungono quota 100mila euro. Queste le stime del comitato tappa che in questi giorni sta verificando le disponibilità degli Hotel della Provincia di Treviso per l'accoglienza delle atlete e dello staff delle società partecipanti che arriveranno a San Fior il 30 giungo per rimanervi fino al pomeriggio del 2 luglio. Gran parte delle strutture turistico/alberghiere che stanno per confermare la loro disponibilità operano nella sinistra piave.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Malore nella notte per il portiere di Benetton Group: i sindacati accusano l'azienda

  • Cronaca

    Infarto alla guida del camion, muore 52enne

  • Cronaca

    Male incurabile, muore a 35 anni imprenditore agricolo

  • Attualità

    Casa dei Gelsi terminata, Advar pronta a inaugurare la nuova ala dell'Hospice

I più letti della settimana

  • Fuoristrada lasciato senza freno a mano si schianto contro un muro: muore una 72enne

  • Giallo in Pescheria: trovato il cadavere di un uomo

  • Operaio muore asfissiato dai gas per la disinfestazione

  • Virus West Nile, 25enne ricoverata in rianimazione al Ca' Foncello

  • Intossicazione al Liceo Canova: spray urticante manda in ospedale cinque studenti

  • Infarto alla guida del camion, muore 52enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento