Oltre 500 iscritti al Gran Raid delle Prealpi Trevigiane

Domenica 19 maggio si alza il sipario su una delle gare più attese della stagione per gli amanti del trail-running. Oltre 500 gli atleti alla partenza, un'edizione da record

Sarà un’edizione da record. Tutto è pronto per il Gran Raid delle Prealpi Trevigiane che domenica 19 maggio vedrà ben 500 trailers provenienti da tutto il mondo gareggiare lungo i diversi percorsi che si snodano tra le province di Treviso e Belluno, in uno dei più suggestivi ambienti prealpini. Molti i Paesi rappresentati: oltre all’Italia, ovviamente, anche Usa, Svezia, Portogallo, Belgio, Slovacchia, Inghilterra. Il comitato promotore della gara, diventata negli anni uno dei più importanti Ultra Trail a livello internazionale, fa sapere che sono oltre 150 i volontari impegnati in questi giorni a mettere in sicurezza i percorsi. 

Oltre al numero di iscritti, record per la manifestazione da quando è nata, e al numero di volontari (“davvero encomiabili viste le difficili condizioni meteo in cui si trovano ad operare” ricorda il presidente Guido Perin), grande successo ha raccolto tra i trailers anche l’iniziativa “Corro con Te”, ovvero l’abbinamento ad ogni atleta di un portatore d’handicap il cui nome sarà iscritto nel pettorale di gara. In questo modo gli ospiti del Piccolo Rifugio di Vittorio Veneto e dell’Anfass Sinistra Piave potranno sentirsi partecipi della gara, condividendo idealmente gioie e fatiche degli atleti. “La nostra proposta è stata accolta con grande favore dagli iscritti alla gara, tanto che abbiamo più disponibilità di pettorali di quanti siano gli ospiti delle due comunità. Segno di una spiccata sensibilità degli atleti verso il mondo della disabilità” osservano gli organizzatori.

La gara si articolerà su più percorsi. Non bastano più i 72 km visti nelle scorse edizioni necessari a coprire tutto l’arco prealpino a cavallo tra le province di Belluno e Treviso, perché chi partirà da Segusino mirando al Fadalto di Vittorio Veneto sabato 18 maggio alle 23.00 dovrà mettere in conto la bellezza di 98 km con 5840 metri di dislivello. Tutto ciò per accumulare punti, ben 5 valevoli per l’ingresso alla più famosa competizione mondiale in questa disciplina, l’Ultra Trail du Mont Blanc. Ma le novità non finiscono qui. Altre due varianti, previste per domenica 19 maggio con start a Vittorio Veneto, sono state pensate per chi non ha le possibilità fisiche per affrontare quei numeri da capogiro ed ecco arrivare l’altra grossa novità, la “mezza” da 49 km e 3010 metri di dislivello che permetterà agli atleti di percorrere una media distanza ad anello, comprendente le aree delle malghe di Montegal nel bellunese. Semplificata invece la versione ridotta da 26 km con 1700 metri di dislivello attorno al massiccio del Col Visentin.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento